I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Prime pappe: un breve vademecum per lo svezzamento

Gli errori da evitare per non lasciarsi prendere dal panico quando si è mamme ancora ''inesperte''. Come regolarsi per le quantità delle porzioni per il piccolo e la ricetta per un brodo da gourmet

No pagePagina successiva
Prime pappe: un breve vademecum per lo svezzamento

Con la consulenza della dottoressa Cristina Bertanza, pediatra a Milano.

 

Chi ci è passato lo sa bene: il passaggio dal latte ai cibi solidi è per ogni mamma fonte di ansia e stress ed il rischio di lasciarsi sopraffare dal panico è tanto, soprattutto se durante la preparazione della pappa il piccolo, affamato, reclama a gran voce. Ad aumentare la già forte preoccupazione, è anche l'inesperienza, che va poi naturalmente scemando con l'arrivo dei fratellini. Per potersi regolare sulle quantità delle porzioni ed evitare di cadere nella paura del "troppo" o “poco”, è sempre bene, almeno all'inizio dello svezzamento, seguire le indicazioni del pediatra. “Per le prime pappe si devono utilizzare 180/200 g di brodo vegetale, 2/3 cucchiai di cereali, 2/3 di passato di verdura e 40 g di carne, pesce oppure formaggio. Il tutto, assolutamente senza sale e senza dado. È bene variare la dieta tutti i giorni, offrendo al piccolo frutta e yogurt per la merenda. Ma quello che è importante, è continuare con le buone abitudini alimentari anche dopo lo svezzamento”.

 

Gli errori più comuni

Per evitare di passare dal classico “teatrino”, inscenato a regola d'arte anche quando non ce n'è assolutamente bisogno, alla resa immediata, capace di originare frustrazione e sensi di colpa in ogni mamma, è meglio fissarsi delle regole ben precise, ed evitare di:
 

1. Stabilire rigidamente la data dello svezzamento: dal 4° al 6° mese si possono fare delle prove, e solo quando il bambino è pronto si regolarizza la pappa.

2. Cambiare subito cibi davanti al primo rifiuto: abituarsi ai sapori nuovi può richiedere un po’ di tempo.

3. Inscenare un teatrino: convincere il bimbo a finire la pappa con aeroplanini e scenette può rendergli più difficile riconoscere lo stimolo della fame e il senso di sazietà.

4. La televisione: è lo stratagemma usato dai genitori con figli inappetenti. Catturati dalle immagini sullo schermo il piccolo si lascia imboccare, con lo svantaggio che mangia senza rendersi conto di quelloche sta facendo.“Questo boccone è per il nonno, questo è per la zia…”.

5. Incoraggiamenti, suppliche (fammi contenta) e insistenze: per convincere il piccolo ad accettare la pappa alcune mamme le provano tutte. Togliendogli così la possibilità di mangiare per fame e con piacere.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

La tavola di Natale per i più piccoli
La tavola di Natale per i più piccoli

Nel menù delle feste un po’ di tutto, ma con moderazione e buon senso

La paghetta insegna ai piccoli il valore del denaro
La paghetta insegna ai piccoli il valore del denaro

Dare soldi ai bambini li aiuta a crescere o li invoglia a spendere?

Sessualità: quello che i piccoli vogliono sapere dai grandi
Sessualità: quello che i piccoli vogliono sapere dai grandi

Come rispondere alle domande dei vostri figli

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..