I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Fruttosio: una dolce insidia

Contenuto in molti alimenti e bevande zuccherate amate dai bambini, potrebbe collegarsi a disturbi del metabolismo

No pagePagina successiva
Fruttosio: una dolce insidia

Contenuto in tutti i frutti zuccherini, nel miele, in alcuni cereali e verdure, il fruttosio è uno zucchero semplice a basso indice glicemico, che viene convertito facilmente in glucosio dal nostro organismo. Come dolcificante, il fruttosio era praticamente assente dalla nostra alimentazione fino a qualche decina di anni fa, oggi è invece una componente importante della dieta, perchè lo si trova in molte bibite e nelle preparazioni dolciarie a base di frutta, come marmellate, frutta sciroppata, caramelle.  Solo una parte del fruttosio assunto va ad aumentare il tasso di glucosio circolante nell’organismo, per questo motivo veniva consigliato ai diabetici. Il fruttosio infatti non entra direttamente in circolo nel sangue ma viene elaborato dal fegato, che lo trasforma in glicogeno epatico o in trigliceridi. Ricerche condotte sui roditori hanno dimostrato che il consumo cronico elevato provoca insulino-resistenza epatica ed extraepatica, obesità, diabete mellito tipo 2 e ipertensione. L’allarme arriva anche da una revisione pubblicata dal Journal of the American Society of Nephrology (JASN). I ricercatori dell’University of Colorado, coordinati da Richard J. Johnson, hanno esaminato gli studi clinici pubblicati negli ultimi anni sull’argomento. Sembra che il fruttosio stimoli la sintesi dei trigliceridi e favorisca lo sviluppo di steatosi epatica (fegato grasso). Queste condizioni, insieme a stress ossidativi ed iperuricemia (aumentata produzione di acido urico), sono stati proposti come meccanismi responsabili di problemi al metabolismo. La sindrome metabolica è una condizione clinica che comprende almeno tre dei seguenti sintomi clinici: ipertensione arteriosa superiore a 130/85 mmHg; colesterolo HDL  inferiori a 50 mg /ml per le donne, e a 40 mg/100ml per gli uomini; glicemia superiore a 110 mg/100 ml; trigliceridi superiori a 150 mg/ 100 ml; circonferenza vita superiore a 102 cm per l’uomo e 88 cm per la donna.

 


Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il miele: cibo degli dei
Il miele: cibo degli dei

Conosciuto da secoli per i suoi effetti benefici, è da considerare non..

Non farti tentare dai cibi light
Non farti tentare dai cibi light

Per mantenersi in linea non basta consumare cibi alleggeriti, anzi, il..

Intolleranze alimentari: impara a sostituire i cibi che non sopporti
Intolleranze alimentari: impara a sostituire i cibi che non sopporti

Si manifestano dopo l’assunzione di determinati alimenti e possono..

I divertenti dolci di Carnevale
I divertenti dolci di Carnevale

Chiacchiere, tortelli, frittelle. Facili da realizzare sono perfetti per..

Quando la frutta scatena un attacco allergico
Quando la frutta scatena un attacco allergico

Si chiama sindrome orale allergica, provoca prurito e bruciore, avvertito..