I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Come convincere il tuo bambino a mangiare le verdure

Non sono tra i loro piatti preferiti, ma ci sono mille modi perchè i piccoli imparino ad apprezzare anche i prodotti dell’orto

Come convincere il tuo bambino a mangiare le verdure

È risaputo che i bambini amanti delle verdure sono mosche bianche: un vero cruccio per le mamme che sanno bene quanto siano ricche di vitamine e minerali, favoriscano una crescita sana e proteggano dal rischio di obesità infantile, un fenomeno ormai molto comune, di cui sono parimenti responsabili la mancanza di movimento e una dieta scorretta. Ma come riuscire allora nell’impresa di far mangiare carote, broccoli e fagiolini ai nostri bimbi?

 

Per i piccolissimi funzionano le fiabe

La prima regola è puntare sulla persuasione: niente prediche o discorsi seri, basta fare appello all’immaginazione. Nel suo piattino ci sono solo le solite carote? Niente affatto: inventa una storia, prendi spunto da forma, colore o da qualsiasi cosa ti suggerisca la fantasia. Per esempio, che cosa può accadere a una carota quando arriva la primavera e il pupazzo di neve su cui faceva bella mostra di sè lentamente si scioglie? Oppure puoi raccontargli le avventure di  pisellino, tutto rotondo, che vive in un paese freddo e lontano e vuole trovare un riparo al calduccio. Lasciati guidare dalla fantasia ed ecco che anche gli ortaggi meno allettanti possono diventare eroi meravigliosi, che il tuo bambino imparerà a gustare con gioia.

 

Un mondo di colori

Il piatto può anche diventare una creazione artistica. Proponi al tuo bambino spinaci, zucchine, zucca, sedano, pomodori e aiutalo a metterli insieme fino a creare un paesaggio. Ricorda di scegliere verdure di tutti i colori: il verde contiene clorofilla, indispensabile per l’ossigenazione del sangue, il giallo è ricco di precursori della vitamina A che proteggono dai danni dei raggi solari, il viola riattiva la circolazione del sangue grazie ai polifenoli e alle antocianine.

 

Piccoli cuochi crescono

Un altro suggerimento è quello di coinvolgere il bimbo nella preparazione dei suoi pasti, possiamo aiutarlo a imparare il nome e a riconoscere le verdure attraverso i sapori e i colori. Quando lo porti con te a fare la spesa, puoi mostrargli gli ortaggi esposti e chiedergli di associare a questi un profumo, una ricetta, un personaggio della sua fantasia. Quando sarà più grandicello, il gioco cambia: puoi infilargli un grembiule e abituarlo a lavare le verdure e a trasformarle, dopo che tu le avrai tagliate in dadini, rondelle, tocchetti o bastoncini. Un pisellino in mezzo a tante rondelle di zucchina diventa un fiore, i ciuffi di broccoli sono un bosco incantato e tanti pomodorini in fila diventano un buffo bruco. Insegnagli a insaporire le verdure con basilico ed erbe aromatiche, aiutalo a inventare nuove ricette. Tutto questo lavoro dà al bambino l’inebriante sensazione di essere grande e, alla fine dell’opera, sarà orgoglioso e felice di mangiare, e farti assaggiare, il suo capolavoro culinario.

Con la consulenza di Roberto Uliano, nutrizionista a Napoli

di Maria Angela Masino
PARLIAMO DI: verdure, sapori, ricette,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Porri, cavolfiori, finocchi: le mille virtù delle verdure bianche

Poveri di calorie, ricchi di fibre, con principi attivi antitumorali e..

Il riso: un alimento nutriente dai mille sapori

Cereale ricco di carboidrati e proteine, e privo di glutine. Si presta a..

Settanta ricette gustose per avere una pelle sempre giovane

In questo libro, scritto da Lorella Cuccarini e due dermatologhe, i..