I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Mal di primavera: quella svogliatezza infinita

Cause, consigli e rimedi per affrontare al meglio il cambio di stagione

No pagePagina successiva
Mal di primavera: quella svogliatezza infinita

Finalmente è arrivata la tanto attesa primavera: sole e temperature più miti ci invitano a liberarci dal “torpore” psicofisico invernale, donandoci energia e vitalità. Ma purtroppo non per tutti è così. Molte persone vivono l’arrivo della primavera come una vera e propria condizione di malessere dove svogliatezza: emicranie, insonnia, astenia, sbalzi del tono dell’umore, perdita della concentrazione sono i sintomi che principalmente la caratterizzano. Escludendo le condizioni patologiche caratterizzate anche da questi stessi sintomi, la “stagionalità” può essere responsabile di uno stato di malessere sia fisico che mentale strettamente legato alle variazioni climatiche; inoltre, questi stessi sintomi possono essere percepiti ancora prima che il cambiamento climatico si verifichi.

 

Le cause

Sia il maggior numero di ore di luce rispetto l’inverno che l’aumento delle temperature sono i fattori principalmente responsabili dell’astenia stagionale che, in genere, compare a marzo, ma tende a scomparire definitivamente verso il mese di maggio ovvero quando l’organismo si è finalmente adattato al cambiamento climatico. A contribuire a questa condizione di malessere è anche la pressione arteriosa. Nei soggetti particolarmente sensibili, in particolare, si può verificare un abbassamento della pressione arteriosa responsabile a sua volta del senso di astenia sia fisica che psichica, sonnolenza ed emicranie. Non scordiamoci che la primavera è anche sinonimo di allergie: i ripetuti starnuti, l’irritazione delle vie aeree superiori, l’asma certamente sono delle condizioni che mettono a dura prova il nostro benessere. I giusti rimedi naturali e una corretta alimentazione ci aiuteranno senz’altro ad affrontare questi problemi.

 

I rimedi naturali

 

Il Ginseng è un ottimo aiuto per chi è sottoposto a stress psichico come per esempio gli studenti, perché aumenta la capacità di concentrazione; ma anche per chi è sottoposto ad un forte stress fisico come gli sportivi, perché ha la capacità di aumentare la resistenza alla fatica fisica. È capace inoltre di fare da stimolante per il tono dell’umore. Il consiglio è di assumerlo nelle prime ore della giornata e non nel pomeriggio o la sera, rispettando le dosi consigliate perché potrebbe essere causa di nervosismo e di insonnia.

Il Ginkgo biloba grazie alla sua capacità di stimolare sia la circolazione periferica e la microcircolazione, ma anche di migliorare la circolazione cerebrale, aumenta la memoria e la concentrazione. Inoltre ha un’azione broncodilatatrice e inibisce la formazione dei radicali liberi. Studi hanno dimostrato la capacità di questa pianta di essere un efficace rimedio contro depressione ed emicranie. Questo rimedio è però sconsigliato ai bambini, alle donne in gravidanza, durante l'allattamento, ai soggetti epilettici perché può causare convulsioni e, infine, ai soggetti che seguono una terapia con anticoagulanti perché il ginkgo ha anch’esso un’azione antiaggregante piastrinica.

PARLIAMO DI: primavera, malessere

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Le merende di primavera
Le merende di primavera

Soddisfa il tuo appetito senza mettere a repentaglio la linea

Centrifugati: vitamine e minerali a primavera
Centrifugati: vitamine e minerali a primavera

La migliore cura ricostituente, per grandi e piccini, per vincere..

Tendenze unghie e smalti: questa primavera bisogna osare!
Tendenze unghie e smalti: questa primavera bisogna osare!

Classici reinterpretati, nude look e regole infrante: ecco le novità..