I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Lesioni midollari: in Italia colpite 70 mila persone

Lesioni midollari: in Italia colpite 70 mila persone

Salute, recupero funzionale e qualità di vita delle persone che hanno una lesione del midollo: questi gli obiettivi alla base della SOMIPAR, Società Medica Italiana Paraplegia, di cui si è aperto ieri a Bergamo il 26° Congresso nazionale.

Le necessità di questi pazienti sono diverse secondo la sede e la completezza della lesione con conseguente invalidità che vanno dalla paraplegia alla tetraplegia con la necessità di un approccio multi-specialistico alle diverse problematiche fisiche, psicologiche, familiari e sociali che le persone devono affrontare e all’imprescindibile necessità di confronto tra discipline mediche.

“In Italia, secondo i dati del Ministero della Salute, ha segnalato Guido Molinero,Responsabile del reparto di Medicina Fisica e Riabilitazione degli Ospedali Riuniti di Bergamo, vivono circa 70 mila persone con disabilità colpite da lesione spinale e l’80% di queste ha un’età compresa tra i 20 e i 40 anni. Si stima che ogni anno vi siano 50 nuovi casi per milione, quindi oltre 2 mila persone. Negli ultimi anni la numerosità dei casi tende a diminuire grazie all’adozione dei caschi e delle protezioni per ciclisti, motociclisti, sciatori ecc., ma c’è ancora molto da fare sia sulla prevenzione sia per garantire la migliore qualità e autonomia di vita a chi è colpito conclude l’esperto”, avverte lo specialista .

“Il congresso - spiega Oreste Risi, Responsabile dell’Unità Dipartimentale di Neuro-Urologia ed Urodinamica dell’Ospedale di Treviglio e, insieme al prof. Molinero, tra gli organizzatori del congresso - ha un focus specifico sugli aspetti urologici (incontinenza, ritenzione urinaria, infezioni urinarie) e andrologici (deficit erettile) e del dolore. La vescica iperattiva (che potrebbe causare incontinenza urinaria da urgenza) - prosegue Risi - è molto frequente in questi soggetti ed il trattamento con farmaci che ‘bloccano’ la contrazione vescicale può portare ad un aumento della ritenzione urinaria e quindi alla necessita di utilizzare dei cateteri ad intervalli per svuotare la vescica. Una complicanza legata a tale manovra è l'infezione ricorrente delle vie urinarie con il conseguente utilizzo dell’antibioticoterapia che, alla lunga, crea delle resistenze per cui il soggetto potrebbe non rispondere alle normali terapie antibiotiche. Da qui la necessità di trovare strategie terapeutiche alternative.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Concerto per la vita che ascolta: sono aperte le prenotazioni
Concerto per la vita che ascolta: sono aperte le prenotazioni

La musicoterapia in gravidanza; tre concerti gratuiti, proposti dal Moige..

Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale
Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale

La sostituzione dell’enzima beta-glucosidasi acida può agire..

Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita
Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..