I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Istituita in Piemonte la rete di Terapia del Dolore e Cure Palliative rivolte al bambino

Istituita in Piemonte la rete di Terapia del Dolore e Cure Palliative rivolte al bambino

Il Piemonte è la prima Regione italiana a istituire con delibera ufficiale la rete di Terapia del Dolore e cure palliative rivolte in modo specifico al paziente pediatrico. Ad afferire alla rete saranno le strutture ospedaliere regionali, dotate di reparti pediatrici, coordinate da due Centri di riferimento: l’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino Presidio Ospedaliero OIRM/Sant’Anna e l’A.O. SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo di Alessandria. La stessa Città delle Salute e della Scienza è stata inoltre designata quale sede del primo Hospice pediatrico operante in Regione Piemonte.

“Il Piemonte si riconferma la Regione più attenta al problema dolore e più attiva nella lotta concreta a questa patologia”, dichiara Rossella Marzi, Coordinatore della Commissione regionale Terapia del Dolore, che plaude alla nascita della rete pediatrica. “Con questo nuovo atto viene completato l’iter di applicazione della Legge che ha sancito il diritto di ogni cittadino italiano, compresi i bambini, a non soffrire”.

“Nella popolazione piemontese, ogni anno, 80 bambini hanno la probabilità di morire per condizioni limitanti la sopravvivenza (30 di cancro, 50 di altre condizioni) e 600-800 hanno la probabilità di essere affetti da condizioni limitanti la sopravvivenza. Di essi, 300-400 hanno necessità di cure palliative”, evidenzia Franca Fagioli, Direttore S.C. Oncoematologia Pediatrica e Centro Trapianti A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino, Presidio Ospedale Infantile Regina Margherita.

La presa in carico del bambino affetto da dolore cronico, e/o patologia cronica, bisognoso di cure palliative potrà avvenire a diversi livelli che prevedono la continua integrazione di figure professionali quali:

  • il pediatra di libera scelta o il medico di famiglia,
  • il personale infermieristico che si occupa di assistenza domiciliare,
  • il personale medico-infermieristico presente all'interno dei reparti/ospedali ad indirizzo pediatrico nell'area di domicilio del minore,
  • il personale medico-infermieristico del Centro di riferimento regionale
  • gli psicologi con specifica formazione, operanti negli ospedali e presso i servizi territoriali. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete
Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete

La divulgazione inconsapevole dei propri dati personali può causare..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..