I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Influenza: picco a partire da metà gennaio

Ad oggi registrati quasi 100 mila casi, ma gli specialisti stimano circa 1 mln di italiani prossimi ad ammalarsi: ''Vaccino fondamentale''.

Influenza: picco a partire da metà gennaio

Le temperature al di sopra della media che stanno caratterizzando questa stagione autunnale fanno sì che i virus dell’influenza non abbiano ancora esercitato il loro massimo potere.

Secondo le stime elaborate dal sistema Influnet dell’Istituto Superiore di Sanità, ad oggi i casi registrati sono circa 97 mila. Fabrizio Pregliasco, esperto del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano, ricorda l’importanza delle vaccinazioni antinfluenzali, utili in queste settimane per ottenere la massima copertura dei vaccini, raccomandando inoltre di non abbassare il livello di guardia in particolare sui soggetti più a rischio (bambini e anziani).

Ai suoi consigli fanno eco le dichiarazioni degli infettivologi SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali ) appena riuniti a Catania per il XIV Congresso nazionale: “non bisogna ripetere l’errore dello scorso anno quando, per evitare gli effetti collaterali che erano stati segnalati ma mai effettivamente riscontrati, c’è stato un aumento di mortalità a causa di infezioni respiratorie – ha spiegato il prof. Massimo Andreoni, presidente Simit -. Il vaccino è fondamentale ed è già stato preparato su quei ceppi virali che hanno circolato nell'altro emisfero, nonostante vi sia anche una stretta sorveglianza pronta ad adeguarlo a eventuali nuovi ceppi", ha concluso lo specialista.

Durante il convegno, è stato presentato il Libro Bianco delle Malattie Infettive, redatto dalla stessa SIMIT per approfondire i problemi inerenti le infezioni emergenti. Tra i temi dibattuti, anche il problema delle infezioni da germi multiresistenti, vera e propria piaga nazionale e mondiale; la sostenibilità dei costi per la cura dell'epatite C; nonché i risultati straordinari di uno studio che dà nuove speranze ai pazienti co-infetti da epatite e Hiv.  

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Influenza A: dobbiamo preoccuparci?
Influenza A: dobbiamo preoccuparci?

Nessun allarme, ma è importante la vaccinazione per le categorie a..

Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus
Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus

Ancora poche adolescenti si sottopongono al vaccino per prevenire la..

Quella brutta febbre…
Quella brutta febbre…

Strategie difensive per rendere innocuo il virus dell’Herpes Simplex

Come difendersi da virus e batteri
Come difendersi da virus e batteri

Autobus, metrò e locali pubblici: attenzione all’igiene

Il vaccino contro la varicella
Il vaccino contro la varicella

Può evitare a grandi e piccoli i fastidi arrecati dall’herpes zoster

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..