I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Influenza: i miti influenzali da sfatare

Riuniti in Congresso, gli specialisti SIMIT, Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali, avvertono che il picco influenzale si registrerà da dicembre e gennaio e ricordano l’importanza dei vaccini

Influenza: i miti influenzali da sfatare

Nella scorsa stagione sono stati colpiti dai virus influenzali circa 4,5 milioni di italiani, il picco massimo dei casi influenzali previsti per l’anno 2014-15 sarà registrato da questo mese di dicembre fino al prossimo marzo  e si prevede colpirà almeno 5 milioni di italiani.

 

Il Prof. Massimo Andreoni, Primario di Malattie Infettive al Policlinico Universitario Tor Vergata di Roma e Presidente SIMIT, avverte che “Chi è stato colpito nelle scorse settimane dal virus che ha messo a letto milioni di italiani non è al sicuro, perché il virus più pericoloso deve ancora arrivare. “Questa influenza è una malattia pericolosa soprattutto per alcune categorie ritenute a rischio – spiega Andreoni,– che potrebbero avere tantissime complicanze, sino alla morte. Tra questi, i cardiopatici, i diabetici, le persone colpite da insufficienza renale cronica, e tutti coloro che hanno patologie croniche fortemente debilitanti. Inoltre sono considerate a rischio tutti gli over 65”. 

 

Per ricordare agli italiani l’importanza del vaccino, gli specialisti SIMIT, riunitisi da poco a Genova in occasione del XIII Congresso Nazionale della SIMIT, Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali, hanno colto l’occasione del congresso per sfatare alcuni miti riguardo le influenze, particolarmente rischiose per alcune categorie:

 

Il vaccino non funziona: in realtà, il vaccino per l’influenza funziona eccome, ma è attivo nei confronti del virus influenzale per cui è stato messo a punto e non previene la possibilità di prendere tanti altri virus che possono dare un quadro simile a quello influenzale, come il binomio febbre e raffreddore.

 

Con il freddo arriva anche l'influenza: Il raffreddamento delle vie respiratorie facilita l’ingresso di microorganismi e quindi malattie da raffreddamento, ma non quello dell’influenza.

 

Mangiare male favorisce la malattia: non ci sono legami tra alimentazione e acquisizione dell’influenza.

 

Ho preso l'influenza intestinale: l’influenza è una malattia che colpisce le vie respiratorie, che solo in alcuni casi coinvolge l’apparato intestinale. Chi ha soltanto disturbi intestinali non ha l’influenza, ma semplicemente delle infezioni dell'apparato intestinale. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Emergenza varicella: indicazioni pratiche
Emergenza varicella: indicazioni pratiche

Sul corpo del tuo bimbo sono comparse le inconfondibili macchioline..

Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali
Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali

Traumi, postura scorretta e contratture: la cervicalgia comincia da lì...

Quando il dolore
Quando il dolore "non passa”

La nuova legge 38 per tutelare i 15 milioni di italiani che soffrono di..

L’ospedale ideale? È super tecnologico
L’ospedale ideale? È super tecnologico

I pazienti chiedono più coinvolgimento nelle scelte di cura,..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..