I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Incidenti in casa: come salvare le mani

In Italia la chirurgia è all’avanguardia per recuperare fratture o lesioni. Ma molto si può fare sul piano della prevenzione dei traumi casalinghi che colpiscono donne e bambini. Ne parliamo con l'esperto.

No pagePagina successiva
Incidenti in casa: come salvare le mani

Con la collaborazione del professor Nicolò Scuderi, Direttore della Uoc di Chirurgia plastica presso il Dipartimento “Pietro Valdoni” del Policlinico Umberto I.

 

Fino a quando non capitano incidenti, nemmeno ci facciamo caso a quanto siano importanti le nostre mani. Fin da piccoli, conosciamo il mondo attraverso il tatto: con le dita indichiamo gli oggetti vicini a mamma e papà, ci abbandoniamo stringendo loro la mano. Impariamo a mangiare, scrivere e lavorare. Tutto grazie alle nostre favolose appendici, capaci di realizzare nei fatti quello che gli impulsi del nostro cervello ordinano. Quasi una magia, che si interrompe se, ad esempio, per colpa di una caduta dalla moto o dalla bicicletta, vengono danneggiati o recisi i tessuti, i tendini e i collegamenti al resto del corpo.

 

Meccanismi perfetti

Per salvaguardare le funzioni, da alcuni decenni la chirurgia dedicata alla mano si è ampiamente sviluppata, raggiungendo risultati fenomenali. Per ultimi, i trapianti e le componenti bioniche innestate al braccio. Questa branca della medicina “trova risposta a tutti i problemi nell’ambito della chirurgia plastica ricostruttiva”, spiega il professor Nicolò Scuderi, direttore della Uoc di Chirurgia plastica presso il Dipartimento “Pietro Valdoni” del Policlinico Umberto I. “La mano – continua - è un segmento del corpo umano molto complesso, perché dotato di ossa ma anche di tessuti molli “nobili”, tendini, vasi, nervi che se lesi necessitano di un approccio super specialistico e spesso microchirurgico per la loro riparazione. Molto spesso – aggiunge il professore - si rende necessaria la ricostruzione del manto cutaneo conseguente a gravi traumi e in questi casi la chirurgia plastica gioca un ruolo fondamentale nell’allestimento di lembi e innesti”.

 

Il pericolo in casa

Ustioni, ferite da taglio, cadute o qualsiasi peso (per esempio il classico martello) che schiaccia un dito. Le occasioni per farci male fra le mura domestiche sono molteplici. Tutte mettono a rischio le nostre mani. Molte volte, come ha riconosciuto il professor Scuderi, gli incidenti casalinghi non vengono nemmeno medicalizzati nelle strutture di Pronto Soccorso. Per questo motivo la loro stima non può essere precisa. Chi corre i rischi maggiori sono i più piccoli. Irrefrenabili quando attraversano l’età del gioco, anche da infanti corrono molti pericoli grazie alla ridotta percezione della minaccia. Secondo i dati del Siniaca, il "Sistema informativo nazionale sugli incidenti in ambiente di civile abitazione" dell'Istituto Superiore di Sanità, ogni anno circa 30 mila bambini sono ricoverati in ospedale per traumi alla mano.

 

Cure e interventi

Delle mani ci si accorge sempre quando vi è la perdita parziale o totale della loro funzione. Ciò comporta anche l’insorgere di problemi psicologici non indifferenti legati alla perdita dell’autonomia e spesso all’amputazione di segmenti d’arto. Oggi la tecnologia fornisce svariate soluzioni di tipo protesico sia estetico sia funzionale per il recupero di una vita quotidiana accettabile.  

Gli interventi sulla mano sono tutti particolarmente delicati e quindi eseguiti con estrema attenzione, naturalmente la complessità dell’evento patologico o traumatico determinerà la maggiore difficoltà e lunghezza dell’intervento chirurgico. “Non sempre si ottiene il recupero al 100% delle potenzialità della mano”, ricorda il professore del Policlinico Umberto I di Roma. “In ogni caso lo specialista si applica per raggiungere il miglior risultato possibile”.



Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Chirurgia plastica: 4 tipologie di donne
Chirurgia plastica: 4 tipologie di donne

Quella che dice no, quella che si concede un ritocchino, quella che ci..

Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?
Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?

Non tutto il corpo invecchia alla stessa velocità e non tutti gli..

“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Il parto in casa: la nuova tendenza Usa
Il parto in casa: la nuova tendenza Usa

Aumentano le donne che preferiscono evitare l’ospedale. Ma i ginecologi..

Chirurgia plastica: cosa fare se il risultato non ci piace
Chirurgia plastica: cosa fare se il risultato non ci piace

Può succedere che l’intervento non ci soddisfi del tutto, ma nel 90%..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Chirurgia plastica: adesso o… mai più?
Test - Chirurgia plastica: adesso o… mai più?

Scopri con il nostro test se sei pronta a prendere in considerazione il..

Sicura di sapere tutto?
Test - Sicura di sapere tutto?

Metti alla prova le tue conoscenze di chirurgia plastica con il nostro test

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?
Test - Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?

Come ti comporteresti se il tuo lui si candidasse per un intervento di..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..