I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Hai l’osteoporosi? In estate, Stop alle fratture!

Dagli esperti, i consigli per evitare di fratturarsi.

Hai l’osteoporosi? In estate, Stop alle fratture!

Un’”emergenza sanitaria”: è così che l’OMS definisce l’osteoporosi per il numero di persone che colpisce oggi e che, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, colpirà nei prossimi anni. Basti pensare che in Italia ne sono affette 3.500.000 donne e 1.000.000 uomini, con 250.000 fratture all’anno dovute alla patologia, di cui la maggior parte all’anca e al femore. Dati allarmanti anche alla luce di una scarsa aderenza alla terapia che porta ad un aumento del rischio di ri-frattura.

Per sensibilizzare la popolazione femminile a non abbassa mai la guardia, gli esperti di alcune prestigiose società scientifiche (SIOMMMS, SIOT, SIR, ORTOMED, GISOOS e GISMO) lanciano in questi giorni la campagna Stop alle Fratture offrendo a chi abbia avuto una diagnosi di osteoporosi e fragilità ossea “7 consigli d’oro” scaricabili su http://www.stopallefratture.it/ con la possibilità di conoscere il proprio rischio fratturativo attraverso il Defra Test online, test di autodiagnosi per valutare il rischio personale di fratturarsi nei successivi 10 anni.

L’iniziativa è rivolta in particolare alle donne sopra i 50 anni di età: superati gli “anta”, infatti, la fragilità ossea colpisce il 30% di chi che va in menopausa per via della fisiologica riduzione di estrogeni. “L’estate è un periodo durante il quale si tende tradizionalmente ad essere meno attenti ai problemi di salute - sottolinea il Professor Giovanni Minisola, Presidente della Società Italiana di Reumatologia (SIR) - Ciò non può accadere per chi è affetto da fragilità ossea, una patologia che non va mai in vacanza e nei confronti della quale l’attenzione non deve mai diminuire. Alcuni semplici consigli: 1) evitare posizioni, sforzi e movimenti che comportano sollecitazioni eccessive sulla colonna; 2) non trasportare oggetti o valigie pesanti, distribuendo sempre il peso egualmente su entrambi i lati; 3) accertarsi che il letto sia quanto più possibile simile a quello che si ha a casa; 4) evitare attività sportive alle quali non si è abituati; 5) non camminare, e ancor meno correre, sulla battigia perché il piano è inclinato e le vertebre vengono sollecitate in modo anomalo; 6) infine, non dimenticare di assumere i farmaci prescritti, accertandosi di portarne in vacanza il quantitativo necessario e di trasportarli rispettando le norme di conservazione previste”.

È fondamentale, oltre a questo, mantenere uno stile di vita sano e proseguire con la propria terapia, che non deve essere mai sospesa, soprattutto per chi ha avuto una diagnosi di osteoporosi severa e fragilità ossea. Precisa il Prof. Luigi Sinigaglia, Direttore del Dipartimento di Fisiatria e Reumatologia, Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico Gaetano Pini, Milano: “Esistono numerosi studi che dimostrano come anche la semplice riduzione del 20-25 % delle dosi dei farmaci comporti un rapido incremento del rischio di frattura vanificando in tempi brevi gli obbiettivi del trattamento. Non è infrequente incontrare pazienti e a volte anche medici che caldeggiano una riduzione dei dosaggi e un maggiore intervallo tra le somministrazioni di farmaci nei mesi estivi. In particolare viene spesso consigliato di non assumere la supplementazione in vitamina D stante la maggiore esposizione al sole caratteristica dell’estate, dimenticando che il deficit in Vitamina D non è tanto legato alla mancata esposizione alla luce solare quanto a un difetto di conversione dei precursori a livello della cute del soggetto anziano. Questo errore viene poi esteso anche ai trattamenti farmacologici per l’osteoporosi, per questioni di comodità e nello spirito di vivere una stagione libera da incombenze farmacologiche. È del tutto chiaro che questo atteggiamento può avere conseguenze nefaste sulla integrità scheletrica dei nostri pazienti”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Osteoporosi: si cura coi bifosfonati, ma aumentano i rischi di fratture
Osteoporosi: si cura coi bifosfonati, ma aumentano i rischi di fratture

L’Agenzia europea dei medicinali ha deciso una revisione dei farmaci..

Fino a giugno, puoi fare l'esame delle ossa in farmacia
Fino a giugno, puoi fare l'esame delle ossa in farmacia

In prima linea contro l’osteoporosi con un dispositivo a ultrasuoni..

Fai il pieno di vitamina D, indispensabile per la salute delle ossa
Fai il pieno di vitamina D, indispensabile per la salute delle ossa

Stare all’aria aperta ed esporsi alla luce permette all’organismo di..

Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare
Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare

Nuovi test cellulari ed ematici per Individuare i “punti deboli”..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..

Sei a rischio osteoporosi?
Test - Sei a rischio osteoporosi?

Dal recente congresso mondale sull’osteoporosi è emerso che le donne..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..