I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Gelosia tra fratelli, ecco come affrontarla

Quali sono gli errori da evitare, i segnali da cogliere e i comportamenti da assumere?

No pagePagina successiva
Gelosia tra fratelli, ecco come affrontarla

Con la consulenza della dott.ssa Anna Rizzuti, psicologa e ricercatrice presso l'ISP (Istituto per lo Studio delle Psicoterapie) di Roma

 

I bambini litigano in continuazione, si fanno i dispetti e si accusano a vicenda? La gelosia tra fratelli è una situazione alquanto comune a molte famiglie che si trovano a far fronte a rivalità e a conflitti. Continui scontri che spesso preoccupano e spaventano i genitori che non sanno come fronteggiare bisticci e schermaglie quotidiane. Spesso, poi, il clima di rivalità che si crea da piccoli, si trascina anche durante l’adolescenza e nell’età adulta, sfociando in conflitti molto più complessi. “L’esperienza con i fratelli- spiega la dottoressa Rizzuti- è fondamentale per la creazione di schemi relazionali che troveranno la loro espressione anche in adolescenza e in età adulta. È un'occasione preziosa per affinare la propria capacità di essere in contatto con l’altro e comunicare correttamente, prevenendo così anche molte patologie psichiche. Non sempre è un percorso semplice e lineare, anzi, spesso le uscite di pista sono rovinose. Bisogna però tenere a mente che nulla è mai perso sul piano delle relazioni, e modificare i propri schemi è sempre possibile”. Ma cosa posso fare mamma e papà per insegnare ai bambini fin da piccoli a instaurare tra di loro un rapporto armonioso?

 

Cogliere i segnali della gelosia

La conflittualità tra fratelli può manifestarsi in molti modi, che è necessario per i genitori saper cogliere per riuscire a gestire al meglio il disagio. “La gelosia si manifesta in maniera diversa a seconda dell’età e del temperamento del bambino, oltre che della situazione. Si passa dagli attacchi di rabbia al ritiro; dall’aggressione esplicita all’indifferenza e all’evitare l'oggetto di gelosia; dai capricci alla regressione a comportamenti più infantili; dalla tristezza alle somatizzazioni. E ancora molte sono le modalità con cui il disagio è comunicato. Un genitore attento di solito coglie il cambiamento, anche quando avviene a distanza di tempo, e ne avverte la portata”.

PARLIAMO DI: gelosia, bambini

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

Papà e neonato: rivali per l’amore di mamma
Papà e neonato: rivali per l’amore di mamma

Se il piccolo diventa il centro unico di gravità, nell’uomo può..

Bisticci tra bambini: è giusto intervenire?
Bisticci tra bambini: è giusto intervenire?

I litigi li aiutano a socializzare, sperimentare i limiti e sfogare le..

Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale
Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale

Consigli per rendere meno traumatica questa esperienza