I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Fibrillazione Atriale: in Campania 50.000 persone a rischio ictus

Fibrillazione Atriale: in Campania 50.000 persone a rischio ictus

La Fibrillazione Atriale è causa del 15% di tutti gli ictus cardioembolici. Ciò significa che in Italia dei 200.000 casi di ictus stimati all’anno, 30.000 sono determinati da questa frequente anomalia del ritmo cardiaco, la cui prevalenza è stimata intorno al 2% della popolazione generale (ma ben il 10% degli ultra ottantenni). “In Campania i soggetti affetti da fibrillazione atriale sono oltre 50.000 - afferma il Prof. Bruno Trimarco, Direttore Cattedra e Unità di Cardiologia dell’Università degli Studi Federico II di Napoli - Il dato è destinato ad aumentare a causa del progressivo allungamento della vita media in quanto la probabilità di sviluppare questa aritmia cresce con l’avanzare dell’età. Inoltre, secondo stime recenti, solo il 35% dei pazienti affetti da Fibrillazione Atriale è in terapia anticoagulante con gli antagonisti della vitamina k. – prosegue il Prof. Trimarco - Percentuale che in Campania scende ulteriormente al 28%”.

 

In Italia si registra un sotto-trattamento dei pazienti affetti da Fibrillazione Atriale, dovuto principalmente ai limiti della profilassi farmacologica finora utilizzata (antagonisti della vitamina K), che presenta alcune difficoltà di gestione come la necessità di frequenti controlli ematologici per l’aggiustamento del dosaggio. Senza dimenticare un’altra criticità che riguarda l’interazione con altri farmaci o con alcuni alimenti che ne variano l’assorbimento. Per tutti questi motivi, tali farmaci non vengono usati con regolarità o vengono troppo spesso abbandonati dai pazienti.

 “Grazie all’arrivo dei nuovi anticoagulanti orali, che agiscono con un meccanismo d’azione completamente diverso dalla terapia tradizionale, possiamo auspicare una maggiore compliance - sostiene il Prof. Pasquale Perrone Filardi, Direttore Scuola di Specializzazione Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli Studi Federico II di Napoli – Per i cardiologi e per i pazienti si tratta di una grande innovazione, ma non va dimenticata l’importanza di un rafforzamento del rapporto medico-paziente sulla base di un nuovo modo di fare prevenzione del rischio trombo embolico”.

Alla luce di queste riflessioni, la gestione del cardiopatico cronico richiede, pertanto, sia una rete assistenziale territoriale coordinata e organica (ambulatori, rete informatica e tecnologica, cartella informatizzata), sia la massima collaborazione tra specialisti e medici di medicina generale con l’intento di dar vita a efficaci modelli di gestione del paziente che contemplino una continuità delle cure.

In questo senso, l’interdisciplinarità non solo dà valore aggiunto alla qualità dell’assistenza ma diventa necessaria laddove si abbia a che fare con una tipologia di paziente a rischio di complicanze come chi soffre di fibrillazione atriale.

“La gestione del paziente con fibrillazione atriale a rischio ictus è una delle priorità della medicina generale, anche perché capita spesso che sia il medico di famiglia a individuare per primo questa patologia. – dichiara il Dott. Gaetano Piccinocchi, segretario Nazionale SIMG, Società Italiana di Medicina Generale.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Un nuovo farmaco per curare l’aritmia cardiaca
Un nuovo farmaco per curare l’aritmia cardiaca

Un principio attivo che controlla e stabilizza il ritmo del cuore

Allarme rosso per il cuore delle donne
Allarme rosso per il cuore delle donne

Al contrario di quanto si crede, le malattie cardiovascolari colpiscono..

Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini
Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini

Secondo una ricerca americana, vivere in un quartiere coeso fa bene non..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

A che velocità batte il tuo cuore?
Strumenti - A che velocità batte il tuo cuore?

Specificando il sesso e inserendo l’età otterrai la tua frequenza..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..