I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Farmaci in valigia

Una piccola ma dettagliata guida riguardante i medicinali da portare con sé in viaggio

Farmaci in valigia

Con la consulenza della dott.ssa Rossella Schiera, farmacista

 

Finalmente è arrivata l’ora di partire per le tanto agognate vacanze. Ma prima della partenza ovviamente è necessario preparare la valigia. La riempiremo sicuramente con un elevato numero di capi di abbigliamento sperando che siano i più adatti per la nostra vacanza; ma attenzione, oltre a magliette, costumi e vestiti è di fondamentale importanza non dimenticare i farmaci necessari per il nostro viaggio. Anche se speriamo che non servano, è bene portare con sé una piccola scorta che ci aiuteranno senz’altro ad affrontare prontamente qualche piccolo inconveniente che può insorgere inaspettatamente. Questo non vuol dire che in valigia dobbiamo portare una vera e propria farmacia, ma dobbiamo inserire una determinata categoria di farmaci in base alla tipologia del viaggio e delle persone che vi partecipano. 

 

Gli indispensabili

Primi fra tutti da inserire nel beauty destinato al “pronto intervento” andranno i farmaci necessari per le terapie croniche, quindi, antidiabetici, antipertensivi, antiepilettici ecc. Attenzione alle dosi: dovranno essere sufficienti per l’intera durata del viaggio. Alcuni farmaci sono molto sensibili alle alte temperature come ad esempio l’insulina: evitate di metterla in valigia e ponetela possibilmente nelle borsette termiche specifiche per questo farmaco. Per qualsiasi evenienza comunque portate con voi la prescrizione medica del medicinale nel quale dovrà essere indicato il principio attivo e il dosaggio del farmaco: non sempre, soprattutto all’estero, sono commercializzati gli stessi prodotti, ma con la prescrizione contenente le informazioni suggerite, il farmacista vi potrà dare il farmaco analogo. 

 

Altri farmaci

  • un analgesico necessario in caso di dolore

  • un antidiarroico utile nel contrastare l’eventuale insorgenza della classica “diarrea del viaggiatore”

  • probiotici da associare all’uso di antibiotici o in presenza di diarrea. Sarebbe preferibile comunque assumerli almeno sette/dieci giorni prima della partenza per fare si che il nostro intestino sia in ottime condizioni per affrontare le diverse temperature e cibo che troveremo in vacanza

  • un antibiotico a largo spettro d’azione che potrà essere utile in caso di febbre alta e di infezioni alle vie respiratorie, urinarie

  • un farmaco antinausea utile in caso di mal d’auto, mal di mare, mal d’aria

  • un collirio perché il sole, il mare, la salsedine possono alterare l’idratazione dei vostri occhi

  • un prodotto repellente contro le zanzare ed altri insetti. Ne esistono di varie applicazioni: pomate, stick, spray

  • una crema antiscottature alle quali si va spesso incontro soprattutto durante i primi giorni di esposizione al sole

  • un piccolo kit da pronto soccorso con cerotti di misure varie, disinfettante, siringa sterile, pomata cicatrizzante

  • un termometro: va bene il classico con il mercurio o quello elettronico, in quest’ultimo caso portate delle batterie di scorta

  • una pomata dopo puntura non solo per le punture da insetti, ma anche per calmare le irritazioni causate ad esempio dalle meduse

  • un antiacido necessario in caso di bruciori di stomaco, condizione che frequentemente si presenta in vacanza a causa del cambiamento di alimentazione

  • gel disinfettante e salviette umidificate: ci serviranno soprattutto quando, in assenza di acqua, dovremo lavare le mani

  • copriwater.

 

Consigli utili

Buona norma è non mettere i farmaci, soprattutto quelli per le terapie croniche, in valigia, ma nel bagaglio a mano. In questo modo, in caso di smarrimento del bagaglio non rischiamo di interrompere una cura farmacologia. I farmaci devono essere conservati all’interno della propria confezione sulla quale sarà possibile leggere la data di scadenza, inoltre, dovete badare alla presenza del foglietto illustrativo, guida indispensabile per la corretta assunzione del farmaco. Evitate di inserire farmaci diversi in un’unica confezione per risparmiare spazio: questa errata pratica sarà solo fonte di confusione. Se viaggiate in auto o in pulman, non lasciate la valigetta con i farmaci nel portabagagli del mezzo all’interno del quale si raggiungono molto facilmente alte temperature. Ricordate che alcuni farmaci, anche quelli appartenenti alla categoria di automedicazione, possono alterare lo stato di vigilanza, quindi, è preferibile non mettersi alla guida di un veicolo dopo la loro assunzione. Non dimenticare di portare con voi la tessera sanitaria, necessaria per ricevere cure mediche anche all’estero; appuntatevi anche il vostro gruppo sanguigno e il recapito telefonico del vostro medico curante.




di Dott.ssa Valentina Schirò (Biologa Nutrizionista)
PARLIAMO DI: viaggiare, farmaci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Chi ha paura di viaggiare?
Chi ha paura di viaggiare?

Riusciamo ancora a sognare le vacanze quando a causa di guerre e..

Farmaci in valigia
Farmaci in valigia

8 italiani su 10 non partono senza un kit di emergenza: antinfiammatori,..

Sai quando utilizzare i farmaci generici?
Sai quando utilizzare i farmaci generici?

Efficaci e sicuri, hanno un costo inferiore rispetto a quelli di..

Quali farmaci si possono prendere in gravidanza
Quali farmaci si possono prendere in gravidanza

Attenzione agli antinfiammatori e analgesici, ma anche ai rimedi a a base..

I farmaci per il raffreddore?  Inutili
I farmaci per il raffreddore? Inutili

Risparmiate i soldi: le ricerche non confermano l’efficacia delle..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..