I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Farmaci: come conservarli correttamente

Piccola guida al fine di aiutarci a tenere nel giusto ordine i medicinali che abbiamo in casa, a portata di mano per il benessere di tutta la famiglia.

Farmaci: come conservarli correttamente

Con la consulenza della Dr.ssa Maria Lannino, Farmacista.

 

Nelle nostre case farmaci e strumenti per l'automedicazione di sicuro non mancano. Spesso però non sono conservati in un luogo idoneo con il rischio che non assolvano più correttemente il loro compito primario: la cura della salute e del benessere, nostro e dei nostri familiari. In genere, cucina, bagno o cassetti dei comodini sono i posti dove preferibilmente vengono tenuti, senza calcolare che diventando così anche facilmente accessibili ai bambini. Ecco, quindi, che diventa necessario mettere un po' di ordine sia per tutelare la salute di tutta la famiglia, sia per poter scegliere prontamente il farmaco necessario.

 

Dove conservarli

 Una scatola, meglio ancora se riposta dentro un armadietto, rappresenta la migliore alternativa per la conservazione dei farmaci di casa. Grazie al contenitore i medicinali saranno al fresco, al riparo della luce e all'asciutto. Questa collocazione è necessaria proprio perché temperatura, umidità e luce sono i fattori principali responsabili dell'alterazione del medicinale. Ciò spiega anche perché l'armadietto dei medicinali non deve essere collocato in bagno o in cucina, ambienti tipicamente caratterizzati da variazioni di temperatura e umidità. Inoltre, l'armadio deve essere collocato ad una altezza non facilmente raggiungibile dai bambini, ed in ogni caso è preferibile chiuderlo a chiave: i bambini attratti dalle confezioni e dalle compresse colorate potrebbero facilmente scambiarli per caramelle ed ingoiarli mettendo così in serio rischio la propria salute.

 

Cosa non deve contenere

Sembrerà banale, ma è bene sottolineare che l'armadietto o la scatola destinata alla conservazione dei medicinali deve contenere esclusivamente farmaci. Fate attenzione, quindi, che non vi siano prodotti destinati ad altro uso, quali ad esempio quelli per l'igiene personale o per le pulizie domestiche, ma anche smalti, ammoniaca, saponi, lamette da barba, spazzolini da denti, filo interdentale, acetone: non farebbero altro che creare solo disordine e confusione. Allo stesso modo, è opportuno conservare in separata sede i farmaci ad uso veterinario.

 

Come conservare i farmaci

  • L'ordine è la parola chiave e necessaria per il pronto intervento, ma soprattutto per non commettere errore nella scelta del farmaco. In casa devono essere conservati i farmaci indispensabili.
  • È opportuno separare quelli destinati agli adulti da quelli per uso pediatrico, così come è buona norma dividere i farmaci per la cura di piccoli disturbi che si possono presentare saltuariamente, come ad esempio febbre o mal di testa, da quelli per la cura di patologie croniche come gli ipoglicemizzanti o gli antiipertensivi.
  • Le confezioni devono essere integre e contenere il foglietto illustrativo.
  • Controllate la data di scadenza: nel caso in cui questa sia vicina, magari segnalatela con un evidenziatore. Eliminate le compresse o le capsule sfuse prive della loro scatola.

 

I farmaci da tenere in casa: 

  • garze sterili, cottone idrofilo, cerotti di diverse dimensioni;
  • un disinfettante privo di alcool; eventualmente una buona alternativa sono i fazzoletti già imbevuti di disinfettante; 
  • un termometro, 
  • ghiaccio secco, ma va bene anche la versione spray; 
  • un antiacido, contro acidità o bruciori di stomaco; 
  • un antidolorifico utile in caso di  mal di denti e dolori mestruali; 
  • un antiinfiammatorio;
  • un antipiretico per abbassare la febbre,  come ad esempio il paracetamolo;
  • una pomata a base di cortisone utile in caso di prurito e punture di insetto; 
  • una pomata anestetica in caso di ustioni;
  • una pomata oppure una polvere cicatrizzante per ferite di piccola entità;
  • una crema contro gli arrossamenti cutanei, in genere sono a base di zinco ; 
  • un sedativo per la tosse;
  • siringhe sterili monouso;
  • pinzette e forbicine con punte arrotondate;
  • collirio monodose.
di Valentina Schirò, Biologa Nutrizionista, Specialista in Scienza dell'Alimentazione - gruppopalermomedica.blogspot.it

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’armadietto dei farmaci? Mai in bagno
L’armadietto dei farmaci? Mai in bagno

Evitate di accumulare medicinali con gli stessi principi attivi e..

Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare
Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare

Si tratta di farmaci vegetali e come tali è bene conoscere i possibili..

Gioca a stare in salute con l’Iphone
Gioca a stare in salute con l’Iphone

Un gioco dell’oca virtuale per saperne di più su salute e benessere...

Come in una Spa, ma a casa tua
Come in una Spa, ma a casa tua

Luci soffuse, musica soft, fiori e profumi, per ricreare la rilassante..

Un bagno disintossicante
Un bagno disintossicante

Oli essenziali, cereali, sali e alghe per cancellare la stanchezza e..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sai eliminare il superfluo o conservi tutto?
Test - Sai eliminare il superfluo o conservi tutto?

Da una recente indagine americana risulta che le persone usano solo il..

Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?
Test - Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?

Scopri se sei capace di armonizzare la vita lavorativa con gli aspetti..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..