I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Emofilia: prima novità di cura

Disponibile in Italia una nuova terapia per i pazienti emofiliaci. Al via il progetto ”Sans frontières Italia” che individua bisogni, accoglie richieste di aiuto e trova soluzioni per chi è in difficoltà: basta farne richiesta al proprio medico.

Emofilia: prima novità di cura

È disponibile anche in Italia una nuova molecola da DNA ricombinante, già introdotta nel mondo dell’emofilia da 10 anni a questa parte. Si tratta di Turoctocog alfa, indicata per la profilassi e il trattamento dei sanguinamenti in persone con emofilia A. La molecola, messa a punto da Novo Nordisk, noto gruppo internazionale farmaceutico, ha dimostrato la sua efficacia nella riduzione degli episodi di sanguinamento e nella sua sicurezza. A comprova dei vantaggi, gli studi realizzati nell’ambito del programma clinico “Guardian”, uno dei più ampi e completi programmi di sperimentazione clinica, per il quale sono state arruolate oltre 210 persone con emofilia A grave. Nei pazienti trattati non si sono sviluppati gli anticorpi inibitori, uno dei maggiori problemi connessi con la terapia sostitutiva tanto da rendere inefficace la terapia stessa.

Gazie alla più avanzata tecnologia di purificazione delle proteine, Turoctocog alfa offre ai pazienti un trattamento affidabile e un buon profilo di sicurezza associato a praticità. Può essere infatti conservato fino ad una temperatura di 30˚C per 6 mesi - dando così libertà di utilizzo dove e quando necessario.  

 

L’impegno di Novo Nordisk per gli emofiliaci

Ai numerosi programmi sociali attivi sostenuti da Novo Nordisk, come quello di Changing Possibilities in Haemophilia finalizzato allo sviluppo di molecole innovative che favoriscano terapie più agevoli per i pazienti e ad accrescere la conoscenza della patologia nell’opinione pubblica, promuovendo l’accesso a diagnosi, cura e trattamento, si aggiunge ”Sans frontières Italia” della Fondazione Paracelso onlus. Il progetto si propone da alcuni anni di individuare i bisogni, accogliere le richieste di aiuto e trovare soluzioni per le persone con emofilia che si trovano in condizioni critiche o in circostanze di emergenza in merito a problemi di carattere sociale. Grazie al contributo non condizionato di Novo Nordisk, questo sostegno potrà essere ampliato a tutti i pazienti che ne faranno richiesta al proprio medico del centro emofilia. Verrà offerta, quindi, un’assistenza domiciliare a 360°, dando così un pratico aiuto sia alla persona malata sia alla famiglia, importante soprattutto se si tiene conto del fatto che si tratta di una patologia cronica in cui la diagnosi viene fatta in tenera età e che, almeno nelle prime fasi, è indispensabile un’assistenza continua.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Emofilia: per combatterla, si comincia dall’ecografia
Emofilia: per combatterla, si comincia dall’ecografia

Una malattia congenita ed ereditaria, che impedisce la coagulazione del..

La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi
La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi

Bypass gastrico e diversione bilio-pancreatica sono le due soluzioni..

Un nuovo farmaco per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva
Un nuovo farmaco per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva

Una malattia che provoca l’ostruzione dei bronchi e ostacola la normale..

Il tumore alle ovaie: come prevenirlo
Il tumore alle ovaie: come prevenirlo

La scarsa informazione aumenta i rischi legati a una diagnosi tardiva