I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Dolore nei bimbi, il 50 % delle visite per colpa della ‘bua’

La Federazione dei Medici Pediatri crea un gruppo di studio dedicato alla diagnosi e alla cura

Dolore nei bimbi, il 50 % delle visite per colpa della ‘bua’

In Italia, circa metà delle 5mila visite ambulatoriali effettuate ogni anno dai pediatri di famiglia, sono causate dal dolore nei bambini. E nel 2-3% dei casi la ‘bua’ è seria, causata da cefalee ed emicranie (nel 20% dei bambini tra i 6 e i 12 anni), dolori addominali, muscolo scheletrici (nel 30% dei casi tra i 2 e i 12 anni), dolori multipli da identificare con analisi specifiche, o da dolore cronico (superiore a 3 mesi) con prevalenza del 15-25%. “Il dolore pediatrico, in particolare lieve e moderato – spiega Giuseppe Mele, presidente Fimp – è una condizione frequente nei più piccoli fin dai primi mesi, con forte impatto sulla qualità della vita e sullo svolgimento delle attività quotidiane”. Sorprendente è, però, che il 69% dei pediatri ritenga che nella gestione del dolore vi sia scarsa preparazione. “A questa richiesta – aggiunge il presidente Fimp – crediamo di avere fornito una pronta risposta. Ne è testimonianza la nascita del nostro Gruppo di Studio, coordinato da Maria Giuliano, composto da 10 medici pediatri rappresentativi delle maggiori regioni italiane, con il compito di sensibilizzare gli altri pediatri di famiglia”. Come? Attraverso indagini e corsi di formazione dal titolo “Nientemale Junior” (www.nientemale.it). Il programma, patrocinato dal Ministero della Salute, nel 2013 prevede la formazione di un network di pediatri territoriali e ospedalieri che formeranno i pediatri alla cultura del dolore inutile e al suo trattamento. “Occorre, dunque, sensibilizzare in maniera capillare la popolazione medica pediatrica – continua Mele - che il bambino non solo prova dolore, ma che più è piccolo di età maggiore sarà la sua percezione a parità di stimolo. Dunque il nostro impegno deve essere rivolto anche ad aiutare il bambino a esprimere il suo dolore, valutandolo con apposite scale”.

di Luana Trumino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il vaccino contro la varicella
Il vaccino contro la varicella

Può evitare a grandi e piccoli i fastidi arrecati dall’herpes zoster

Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale
Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale

Consigli per rendere meno traumatica questa esperienza

Sensibilità al glutine: una nuova malattia
Sensibilità al glutine: una nuova malattia

Non ha niente a che vedere con la celiachia ma è provocata dalla stessa..

La celiachia non ancora diagnosticata e curata può causare infertilità
La celiachia non ancora diagnosticata e curata può causare infertilità

Alterazioni nella fertilità, aborti ricorrenti, parti pre-termine. Sono..