I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Disfunzione erettile e ipertrofia prostatica: attenzione a insonnia e ansia

I cattivi stili di vita fanno male alla sessualità. E la malasessualità ha un impatto negativo sulla qualità di vita. Un circolo vizioso difficile da controllare. Monito dagli urologi.

Disfunzione erettile e ipertrofia prostatica: attenzione a insonnia e ansia

Si girano nel letto senza riprendere sonno e non trovano conforto neppure nella vicinanza della partner che, anzi, ricorda loro ancor di più le défaillance sotto le lenzuola. Le notti di chi soffre di disfunzione erettile sono spesso insonni: i pazienti si svegliano un paio di volte per notte, quattro giorni su sette, sei volte su dieci per andare in bagno a far pipì ma spesso semplicemente perché lo stress e il disagio nella relazione di coppia li tiene con gli occhi sbarrati. Risultato, la qualità di vita cola a picco e la vita affettiva spesso naufraga: si chiama ‘malasessualità’ ed è il campanello d’allarme di uno scadente stile di vita.

Purtroppo, tuttora solo un uomo su quattro pensa che la disfunzione erettile sia una vera e propria malattia e uno su tre la ritiene una conseguenza normale dell'età che avanza, così i pazienti la vivono spesso con rassegnazione, imbarazzo e preoccupazione, arrendendosi di fronte alle conseguenze negative sulla vita personale e di coppia. In caso di ipertrofia prostatica invece, pur pensando che il problema sia un'inevitabile conseguenza dell'età, gli uomini sono più “combattivi” perché quattro su dieci la considerano una vera patologia: più preoccupati che depressi o imbarazzati, i pazienti ritengono che la prostata ingrossata incida sulla loro qualità di vita più di malattie come il diabete, l'ipertensione o la gastrite. Ma, al contrario di chi a letto va in bianco, gli effetti si fanno sentire sulla vita lavorativa più ancora che sulla relazione a due.

I dati di un'indagine dell’Osservatorio “Pianeta Uomo” presentati durante l'87° Congresso Nazionale della Società Italiana di Urologia riferiscono chiaramente come cattivi stili di vita facciano male alla sessualità. E come la cattiva sessualità abbia un impatto negativo sulla qualità di vita. Un circolo vizioso difficile da controllare.

Il sondaggio, condotto su mille uomini over 40 per capire le loro conoscenze, esperienze e preoccupazioni in materia di disfunzione erettile e ipertrofia prostatica benigna, mostra innanzitutto che si tratta di due problemi purtroppo frequenti: un uomo su dieci soffre di disfunzione erettile, in un caso su due accompagnata da una prostata ingrossata, mentre l'ipertrofia della ghiandola riguarda il 16 % della popolazione. 

“Solo un uomo su quattro sa che la disfunzione erettile è una vera malattia – osserva Vincenzo Mirone, segretario generale della SIU - Paradossalmente, la percentuale di consapevoli scende ulteriormente fra chi ne soffre: meno di un paziente su cinque pensa che il suo disturbo richieda terapie, il 30% crede sia semplicemente una conseguenza dell'età. Qualcosa di analogo accade fra chi ha la prostata ingrossata, ritenuta però una patologia da un numero maggiore di uomini (41%): anche in questo caso paradossalmente nei pazienti la consapevolezza scende e meno di uno su tre la ritiene “degna” di cure. Tutto questo indica che si tratta di due problemi sottovalutati da chi ne è colpito e ciò può portare a non ricorrere a trattamenti che potrebbero migliorare molto la qualità di vita”. 

Purtroppo, infatti, queste patologie incidono moltissimo sulla quotidianità di chi ne soffre: per la maggioranza dei pazienti dormire diventa problematico perché si svegliano almeno un paio di volte per notte, quattro giorni su sette. Inoltre, anche lo stress si fa sentire e se negli uomini sani la colpa è soprattutto del lavoro (59%), quando irrompe la disfunzione erettile o l'ipertrofia prostatica sono i problemi di salute a mettere sotto pressione, nel primo caso associati anche a difficoltà di coppia e familiari. 

“È molto importante aumentare l'informazione dei pazienti: uno su tre ha tratto le proprie conoscenze dalla TV, dai giornali o da internet contro il 12% dei pazienti con ipertrofia prostatica che più spesso chiedono al medico o al farmacista. In entrambi i casi, c'è un 10% di pazienti che non sa che oggi esistono terapie semplici e molto efficaci per la propria malattia: è perciò davvero indispensabile che questi argomenti vengano discussi in modo da fugare paure e dubbi, così da restituire il benessere, sessuale e non solo, ai tanti pazienti che vivono male per colpa di una prostata ingrossata o una disfunzione erettile. L'importante è che il medico diventi il “tutor” del paziente: è stato infatti dimostrato che gli uomini, se vengono seguiti e sostenuti dal proprio medico, sono soddisfatti delle cure, non le abbandonano e trovano finalmente una soluzione per i loro problemi tornando a una buona qualità di vita”. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne
Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne

In Italia una su cinque confessa di non sentirsi all’altezza

Gli uomini pensano al sesso… ma soltanto ogni due ore
Gli uomini pensano al sesso… ma soltanto ogni due ore

Sfatato il mito dell’uomo che ci pensa ogni 7 secondi. Fra i pensieri..

10 trucchi per scongiurare l’insonnia
10 trucchi per scongiurare l’insonnia

Stacca la spina del computer almeno 2 ore prima coricarti e niente caffè..

Disturbo Post-traumatico da Stress: come superare i ricordi dolorosi
Disturbo Post-traumatico da Stress: come superare i ricordi dolorosi

La terapia cognitivo-comportamentale aiuta a elaborare il trauma

“Ti amo”: gli uomini lo dicono prima
“Ti amo”: gli uomini lo dicono prima

Uno studio rivela che i maschi si svelano per primi e preferiscono..

Sarà maschio o femmina?
Strumenti - Sarà maschio o femmina?

Secondo l’antico calendario lunare cinese si può stabilire con un..

Sei vittima dello stress?
Test - Sei vittima dello stress?

Ritmi di vita sempre più frenetici mettono a dura prova il nostro..

Di che insonnia soffri?
Test - Di che insonnia soffri?

L’insonnia è un disturbo assai diffuso: riguarda 12 milioni di..

Shopping: gioia o tormento?
Test - Shopping: gioia o tormento?

L’unico rimedio alla tristezza e alla noia è perderti nei camerini,..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?
Test - Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?

Scopri se sei capace di armonizzare la vita lavorativa con gli aspetti..