I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Diabete: lo sport aiuta, ma quanto farne?

Gli esperti stabiliscono il tempo di attività fisica utile a prevenire e ridurre i rischi di oltre 40 patologie: da quelle cardiovascolari ai tumori, fino alla depressione e all’osteoporosi.

Diabete: lo sport aiuta, ma quanto farne?

Che l’attività fisica aiuti a prevenire la maggior parte delle patologie è una verità oramai accertata. Per il diabete, rappresenta il primo passo per evitarne l’insorgenza nei soggetti a rischio, o per tenerlo sotto controllo prima di ricorrere all’uso dei farmaci. Tuttavia, il problema era capire quanto farne. A stabilirne per la prima volta i tempi necessari è uno studio finlandese (Diabetes Prevention Study) secondo cui per prevenire la malattia servono non meno di 150 minuti a settimana, divisi in modo da non far mai passare più di due giorni tra un allenamento e l’altro.

Se maggiore è l’intensità dell’esercizio, migliori saranno anche i risultati in termini di riduzione della glicemia, di miglioramento dell’insulino-resistenza, e di peso. Ma come svolgere l’attività fisica per ottenere la massima efficacia? 

I due punti cardine, sottolineati dal Professor Paolo Montera, endocrinologo e medico dello sport del Servizio di Endocrinologia, Nutrizione e Metabolismo di Villa Valeria (Roma) sono:

  • Continuità: mancanza d’interruzione per almeno i primi 30 minuti.
  • Tipo di allenamento: prevalentemente aerobico (come la camminata a passo veloce, la corsetta, la bici etc. utili a consumare calorie provenienti dai grassi e favorire il calo ponderale, la salute del cuore e il trasporto di ossigeno ai muscoli), con una parte anaerobica (dal sollevamento pesi, al pedalare in salita o correre velocemente etc., utilizzano prevalentemente glucosio e permettono di aumentare il volume e il tono dei muscoli, anche a riposo, innalzando così il dispendio energetico basale).

A conferma del consiglio, l’American College of Sport Medicine, aveva già evidenziato come il movimento contribuisca a prevenire e curare oltre 40 patologie, da quelle cardiovascolari ai tumori sino alla depressione e all’osteoporosi. Di contro, la sedentarietà è la quarta causa di mortalità e invalidità nel mondo, e l’Italia detiene il triste primato di Paese più sedentario d’Europa (Indagine CONI-ISTAT 2014).

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’allenamento pliometrico piace a Cameron Diaz
L’allenamento pliometrico piace a Cameron Diaz

Esercizi che permettono di migliorare la velocità, la forza e la potenza..

Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito
Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito

Nei centri Amplifon si può prenotare una visita di controllo gratuito

Osteoporosi: si cura coi bifosfonati, ma aumentano i rischi di fratture
Osteoporosi: si cura coi bifosfonati, ma aumentano i rischi di fratture

L’Agenzia europea dei medicinali ha deciso una revisione dei farmaci..

Lo sport più adatto per il tuo bambino
Lo sport più adatto per il tuo bambino

Nella fascia d’età tra 6 e 11 anni è importante scegliere..

Sei a rischio osteoporosi?
Test - Sei a rischio osteoporosi?

Dal recente congresso mondale sull’osteoporosi è emerso che le donne..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..