I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Dai Fisioterapisti Aifi, consulti gratuiti e i 5 consigli per riconoscere i veri professionisti

Dai Fisioterapisti Aifi, consulti gratuiti e i 5 consigli per riconoscere i veri professionisti

Al tuo diritto alla salute risposte professionali garantite. Chiama gli esperti in Fisioterapia”. Con questo slogan, in occasione della giornata mondiale della fisioterapia (che si svolge oggi, lunedì 8 Settembre), l’Associazione Italiana Fisioterapisti (Aifi) lancia la quarta edizione della campagna di sensibilizzazione e prevenzione contro l’abusivismo dal titolo “Giù Le Mani”, che si concluderà il 13 Settembre con il ‘Fisio-Day’: l’apertura degli studi fisioterapici per consulti gratuiti. Per questi è necessario prenotarsi al numero verde 800.03.60.77 (raggiungibile da lunedì 8 a venerdì 12 dalle 15 alle 17). Tutte le info sono sul sito www.aifi.net

Una campagna nazionale nata per sensibilizzare i cittadini e informare pazienti e operatori. Uno slogan, “Giù le mani!”, molto chiaro, e una serie di servizi semplici ma fondamentali per aiutare tutti a riconoscere i professionisti veri, a segnalare situazioni sospette, ad ottenere informazioni corrette. Ecco dunque una locandina digitale che potrà essere rilanciata via email e attraverso i social network, un numero verde attivo per una settimana tutti i giorni per due ora al giorno dove potranno essere chieste tutte le informazioni necessarie, una pagina internet dove sarà possibile scaricare ogni materiale utile, e un indirizzo email dove ognuno potrà scrivere le proprie richieste ed ottenere risposte veloci. 

 

E per chi non potrà partecipare, ecco 5 consigli fondamentali per evitare brutte sorprese:

  1. Verificare il titolo di studio, attualmente la professione può essere esercitata da chi è in possesso della Laurea in Fisioterapia (o titoli ad essa equipollenti).
  2. Verificare che il titolo di studio sia stato rilasciato in Italia e, in caso di titolo estero, che abbia ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Salute;
  3. Verificare l’iscrizione ad Aifi (l’Associazione rappresentativa per decreto ministeriale): è molto utile perché costituisce un ulteriore elemento di conferma che siamo difronte ad un fisioterapista qualificato;
  4. Verificare se è richiesta la visione della documentazione clinica esistente durante la visita fisioterapica;
  5. Chiedere sempre il rilascio della ricevuta fiscale, senza IVA, in caso di prestazione effettuata da un libero professionista.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Fisioterapisti, 100.000 abusivi in Italia, il doppio di quelli “veri”
Fisioterapisti, 100.000 abusivi in Italia, il doppio di quelli “veri”

In assenza di un ordine professionale, non esistono sufficienti garanzie..

Le regole del galateo nelle Spa
Le regole del galateo nelle Spa

Il bon ton va rispettato anche nei centri benessere per un soggiorno a..

Prevenzione dentale: a marzo visite gratuite in tutta Italia
Prevenzione dentale: a marzo visite gratuite in tutta Italia

Una recente indagine ha evidenziato il ruolo degli zuccheri nella..

Controlli e visite gratuite per gli over 50 nei mercati rionali del Lazio
Controlli e visite gratuite per gli over 50 nei mercati rionali del Lazio

Una campagna di prevenzione e promozione della salute realizzata dalla..

Consigli per (evitare) lo shopping
Consigli per (evitare) lo shopping

Conoscere le tecniche di marketing aiuta a salvaguardare i risparmi