I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cyberbullismo: ecco i consigli per i genitori

In occasione della campagna “Fiori d’Azzurro” gli esperti di Telefono Azzurro suggeriscono a mamma e papà come controllare e difendere i propri figli, bambini e ragazzi, vittime delle violenze della rete.

Cyberbullismo: ecco i consigli per i genitori

La violenza ha tante facce. Una di queste è il cyberbullismo, il risvolto online del bullismo. Mentre quest’ultimo si consuma in classe e nei corridoi delle scuole, colpendo giovani e giovanissimi, il cyberbullismo, genere la violenza in Internet, con i rischi che nasconde la rete. Entrambi i fenomeni, così come tutti gli altri generi di violenza, compresa quella domestica che può colpire anche tra le mura di casa, se non vengono fermati in tempo possono schiacciare i più deboli, spingendoli a gesti estremi, come purtroppo la cronaca ci conferma.

In Italia un giovane su tre è vittima di bullismo e due su tre conoscono qualcuno che è stato vittima di cyberbullismo.

 

Impegnato da 27 anni contro ogni forma di violenza, Telefono Azzurro è una presenza costante e unica in aiuto di bambini e adolescenti, italiani e stranieri, ma anche di adulti. Per loro mette costantemente a disposizione, 24 ore su 24 le sue linee telefoniche:

  • 1.96.96, 114 per le emergenze,
  • 116.000 per i bambini scomparsi),

e la chat, attiva dal sito azzurro.it.

Un servizio gratuito, ma impegnativo, reso possibile da un team altamente qualificato di psicologi, psichiatri ed educatori, supportato dalla generosità e dalla sensibilità dei suoi volontari, presenti in tutta Italia.

Tutti possiamo sostenerlo: sabato 18 e domenica 19 aprile facendo una donazione in cambio di un fiore, la Calancola. Telefono Azzurro, infatti, sarà in 2.300 piazze italiane per raccogliere fondi e sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza, fisica e psicologica.

 

In occasione della campagna "Fiori d'Azzurro", ecco, dagli esperti di Telefono Azzurro, i consigli utili per i genitori di bambini e ragazzi vittime di violenza in rete:

• Fate voi stessi esperienza diretta di navigazione in Internet: non è possibile adottare mezzi di difesa e di controllo se non si possiede almeno una minima cultura informatica.

• Soprattutto in caso di bambini più piccoli, usate dei software di protezione (o filtri) e monitorate l’uso che viene fatto di Internet.

• Con i bambini più piccoli, può essere utile condividere le raccomandazioni per un uso sicuro di Internet, ad esempio scrivendo insieme a loro una “carta delle regole di comportamento” da appendere accanto al computer.

• Informatevi e interessatevi a cosa fanno i vostri figli online e promuovete un dialogo aperto e sincero rispetto al mondo di Internet.

• Insegnate ai vostri figli a non fornire dati personali (nome, cognome, età, indirizzo, numero di telefono, nome e orari della scuola, nome degli amici, ma anche indirizzo e-mail) che possono renderli facilmente individuabili e raggiungibili.

• Nel caso dell’invio di proprie foto o video, ricordate loro che una volta finiti online se ne può perdere il controllo.

• Assicuratevi che i vostri figli sappiano che le persone che incontrano online non sono sempre quelle che dicono di essere; le informazioni date potrebbero essere false, così come le foto inviate da persone sconosciute potrebbero essere contraffatte.

• Parlate apertamente e onestamente del rischio di imbattersi durante le attività online in potenziali malintenzionati: dimostrate loro che non devono vergognarsi a chiedervi informazioni su tale argomento e a confidarvi eventuali “brutti incontri online”.

• Condividete con i vostri figli l’importanza che vi informino sempre di eventuali richieste di incontrarsi personalmente ricevute da contatti conosciuti online.

• Insegnate ai vostri ragazzi a utilizzare correttamente le impostazioni sulla privacy dei vari social network e a ricorrere ad eventuali funzioni di blocco dei contatti che li infastidiscono online.

• Mostrate ai vostri figli di essere sempre disponibili ad ascoltarli e fate capire loro che non è mai troppo tardi per riferire se qualcuno o qualcosa, durante la navigazione, li ha turbati o li ha messi a disagio, senza il timore di essere giudicati o puniti, perché solo così potranno evitare di imbattersi in pericoli ancora maggiori.

• Informate i vostri figli della possibilità di rivolgersi a Telefono Azzurro. Se navigando in Rete i vostri figli rimangono turbati da qualcosa o se ricevono messaggi o immagini indesiderati, possono sempre chiamare Telefono Azzurro al numero 1.96.96, oppure contattarlo via chat, tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, accedendo al sito www.azzurro.it e cliccando su “ch@tt@ con Telefono Azzurro!”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

Perché è più facile innamorarsi in chat
Perché è più facile innamorarsi in chat

Da un'indagine promessa da Parship, sito di incontri on line, è emerso..

Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete
Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete

La divulgazione inconsapevole dei propri dati personali può causare..

Il bacio virtuale viaggia sul web
Il bacio virtuale viaggia sul web

I giapponesi hanno inventato il “Kiss Transmission Device”, un..

Che cosa mangiano i ragazzi?
Che cosa mangiano i ragazzi?

È partita la prima indagine on line per conoscere le abitudini..