I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cure Palliative: un incontro per dare rispetto e dignità alla vita

Cure Palliative: un incontro per dare rispetto e dignità alla vita

Contro la sofferenza inutile, per il rispetto della vita. Per dare alla vita la dignità di essere vissuta, sempre, fino all’ultimo. Il dolore, le malattie inguaribili. Ci sono persone che si occupano di queste cose tutti i giorni, tutto l’anno.

Sono questi i temi al centro dell’incontro aperto al pubblico dal titolo “Si può rispondere alla sofferenza?”, in programma giovedì 29 Maggio, a Roma, presso la Casa del Cinema (Sala DeLuxe, Largo Marcello Mastroianni, 1).

Promosso dalla Fondazione Hospice Seràgnoli, e dalle sue strutture operative che si occupano rispettivamente di formazione, ricerca e divulgazione - l’Accademia delle Scienze di Medicina Palliativa (ASMEPA) e ASMEPA Edizioni, l’occasione vuole essere una riflessione sul dolore e la sofferenza calati in un approccio assistenziale con al centro la persona, i suoi cari, la sua dignità e il diritto a scegliere consapevolmente come vivere anche nei momenti più duri della malattia inguaribile. Un momento di dialogo e divulgazione al fine di ampliare la conoscenza delle cure palliative e promuoverne la diffusione.

Per favorire una riflessione su questi temi e portarli a conoscenza del pubblico, accanto ai professionisti interverranno esperti come Monica Beccaro (Accademia delle Scienze di Medicina Palliativa), Marco Spizzichino (Ministero della Salute) e Adriana Turriziani (Società Italiana di Cure Palliative); alcuni interpreti del pensiero moderno: Remo Bodei, Pier Luigi Celli, Nadio Delai, Umberto Galimberti, già autori di ASMEPA Edizioni, che nei loro libri hanno affrontato da diverse angolazioni i temi del dolore e della sofferenza; il regista Giacomo Campiotti, autore della recente serie tv “Braccialetti rossi” in cui ha affrontato il tema della malattia negli adolescenti. A moderare l’incontro, la giornalista scientifica Livia Azzariti, volto noto della divulgazione medica in televisione.

 

Le Cure Palliative

La malattia inguaribile è un problema universale e una fonte di dolore enorme. Oggi si può fare qualcosa per alleviarla: le cure palliative possono affrontare la sofferenza evitabile a livello fisico, psicologico e spirituale. Tuttavia, in Italia, le strutture attivate non sono ancora in grado di rispondere in modo adeguato a questi bisogni, i professionisti formati sono ancora pochi e la diffusione della cultura delle cure palliative è ancora all’inizio, sia in ambito sanitario, sia a livello di opinione pubblica.

Ad accomunare i pazienti affetti da patologie inguaribili, oltre al dolore ci sono tanti altri sintomi che si presentano contemporaneamente come l’astenia, la perdita di peso, la mancanza di appetito, nausea, vomito, ansia, dispnea, confusione e agitazione. Una buona équipe di cure palliative è capace di ascoltare, seguire, valutare, e allo stesso tempo è coinvolgere i malati lavorando non solo sulla sofferenza fisica, ma anche su quella psicologica e spirituale.

Le cure palliative sono soprattutto un modo diverso di assistere il paziente e la sua famiglia, di metterlo al centro dell’attenzione. Garantire un ambiente umano, anche in ospedale, significa umanizzare la sofferenza e la vita del malato. E questo non implica un maggiore impiego di risorse economiche ma un differente utilizzo di quelle disponibili, e una rimodulazione di interventi assistenziali e diagnostici non appropriati per i bisogni di questi pazienti.

Oggi, in Italia, occorre rafforzare la consapevolezza del ruolo delle cure palliative.  In uno scenario futuro ideale, la speranza è che si possa attivare una stretta collaborazione tra medici di famiglia, specialisti ed équipe di cure palliative con l’obiettivo comune di mettere davvero al centro della cura il paziente e la sua famiglia.

 

Fondazione Hospice Seràgnoli 

Nata nel 2002, la Fondazione Hospice Seràgnoli opera in ambito assistenziale attraverso la gestione, in area bolognese (Hospice di Bentivoglio, Bellaria e Casalecchio), di strutture accessibili gratuitamente grazie all’accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale. Ad accogliere il malato, un’équipe multidisciplinare altamente qualificata che si prende cura del paziente e dei suoi familiari per dare risposte al dolore fisico e psicologico e restituire dignità alla vita.

 

L’Accademia delle Scienze di Medicina Palliativa, dal 2006, svolge attività di ricerca, formazione e divulgazione, realizzando percorsi di apprendimento e approfondimento con master universitari e corsi di formazione, finalizzati ad operare nel settore delle cure palliative.

ASMEPA Edizioni, emanazione editoriale dell’Accademia, offre un contributo alla divulgazione degli aspetti fondamentali delle cure palliative, e una sintesi degli Incontri che ASMEPA organizza ogni anno per sensibilizzare il grande pubblico su tematiche socio-culturali.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Quando il dolore
Quando il dolore "non passa”

La nuova legge 38 per tutelare i 15 milioni di italiani che soffrono di..

Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore
Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore

Una campagna di sensibilizzazione nei riguardi di un problema che..

Non volete sentire dolore? Incrociate le braccia
Non volete sentire dolore? Incrociate le braccia

Secondo una ricerca dell’University College di Londra, sarebbe una..

Quei dolori che ti rovinano la vita
Quei dolori che ti rovinano la vita

Un nuovo apparecchio elettromedicale per la terapia antalgica

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..