I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cure: minore aderenza alle terapie con la sostituzione dei farmaci

Il cambio di medicinali generici causa scarsa adesione alla prescrizione del medico.

Cure: minore aderenza alle terapie con la sostituzione dei farmaci

I vantaggi riportati dalla sostituzione di un farmaco generico con un altro equivalente, prassi assai comune che interessa più della metà dei pazienti, sono evidenti per tutti: non presentando alcuna criticità nell’utilizzo, i farmaci bio-equivalenti sono efficaci quanto quelli originali e permettono di contenere la spesa farmaceutica, fermo restando il concetto di libertà di scelta del cittadino.

Eppure, il cambio comporta un rovescio della medaglia: maggiore è il numero delle sostituzioni di medicinali generici, minore è l’aderenza dei pazienti alla prescrizione del medico. Non solo. La partecipazione alla terapia e la sostituzione dei farmaci equivalenti sono inversamente proporzionali: all’aumentare dello switch da un generico a un altro della stessa molecola, infatti, l’adesione del paziente alla prescrizione terapeutica diminuisce, con un valore pari al 28% se la sostituzione interessa metà delle prescrizioni.

Questi, in estrema sintesi, i risultati di uno studio osservazionale condotto su un campione di oltre 14.500 pazienti (appartenenti a 6 aree terapeutiche - diabetologia, cardiologia, dislipidemia, reumatologia, psichiatria e ipertensione) allo scopo di studiare gli effetti del “rimpiazzo” del farmacista di un medicinale generico con un altro equivalente in termini di aderenza e persistenza al trattamento terapeutico in atto.

Presentati dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), in collaborazione con DOC Generici, i dati emersi dimostrano la progressiva riduzione dell’aderenza alla prescrizione farmacologica. Un trend che però preoccupa gli specialisti, poiché implica una minore efficacia e sicurezza dei trattamenti terapeutici e un conseguente aumento del rischio di complicanze delle condizioni di salute dei pazienti.

“È importante ridurre i fattori che possono influire sulla aderenza alle cure e interferire con il buon esito clinico raggiunto. Si consiglia, pertanto, di mantenere sempre lo stesso ‘brand di generico’ con il quale si è iniziata la cura”, sostiene il professor Claudio Mencacci, presidente della Società Italiana di Psichiatria e Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Sai quando utilizzare i farmaci generici?
Sai quando utilizzare i farmaci generici?

Efficaci e sicuri, hanno un costo inferiore rispetto a quelli di..

Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare
Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare

Si tratta di farmaci vegetali e come tali è bene conoscere i possibili..

Farmaci in valigia
Farmaci in valigia

8 italiani su 10 non partono senza un kit di emergenza: antinfiammatori,..

Check-up in farmacia
Check-up in farmacia

Non solo medicinali. Da ora nelle farmacie si possono fare test..

La farmacia delle vacanze
La farmacia delle vacanze

Cosa mettere nel kit da viaggio per far fronte ai piccoli problemi di..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..