I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Contro l’Ipertensione Arteriosa, parte la solidarietà agli orfani dell’Est Europa

Contro l’Ipertensione Arteriosa, parte la solidarietà agli orfani dell’Est Europa
Pascale Vayer con alcune ospiti dell’orfanotrofio di Vorontsovo

Sabato 17 maggio ricorre la decima edizione della Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa, istituita allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su una patologia che rappresenta la prima causa di mortalità di 9,4 milioni di persone nel mondo, tanto da esser definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità un “killer silenzioso e invisibile. Tema della Giornata Mondiale dell’Ipertensione è “Conosci la tua pressione arteriosa”.

La pressione alta è la principale causa di ictus e in un caso di ictus su cinque, il paziente è anche affetto da fibrillazione atriale. Studi clinici condotti su vaste popolazioni di pazienti dimostrano che abbassando i valori pressori arteriosi si riduce significativamente il rischio di infarto, ictus e danno renale. Tuttavia in Europa meno del 50 % dei pazienti ipertesi ha i valori pressori controllati (<140/90 mmHg). Partendo da questi dati, Daiichi Sankyo Europa (Gruppo farmaceutico attivamente impegnato nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di farmaci innovativi), in collaborazione con l’organizzazione benefica Little Hearts, ha sviluppato una campagna di sensibilizzazione e di solidarietà che gravita intorno al significato reale e simbolico del cuore, includendo il concetto di cura  del  proprio “big heart” così come dei “little hearts” dei bambini più svantaggiati.

L’iniziativa si chiama “Make Your Heart Feel Good!” (“Fa’ sentire bene il tuo cuore”), e oltre a sensibilizzare la popolazione italiana sull’importanza del controllo regolare della pressione arteriosa come prevenzione del rischio di gravi malattie cerebro e cardiovascolari, quali ictus, infarto e fibrillazione atriale, è volta anche alla raccolta di fondi a favore degli orfani russi, per aiutare i piccoli dell’Europa dell’Est a vivere in condizioni socio-sanitarie idonee nel loro paese di origine. “Grazie al supporto di Daiichi Sankyo Europa, riusciremo a trasformare il collegio/orfanotrofio di Vorontsovo nella regione di Pskov, in un più piccolo complesso di case-famiglia, in cui si potrà ricostruire la diade madre-figlio e consentire ai bambini una crescita più naturale accanto a fratelli e sorelle all’interno di un villaggio-comunità. Così cinquanta orfani disabili potranno vivere ed essere educati in un ambiente più simile a una casa, piena d’amore, benessere, fiducia, rispetto, educazione e cura”, spiega Pascale Vayer, presidente di Little Hearts.

Il progetto, che sarà completato entro l’inizio del prossimo anno scolastico, si sviluppa in tre fasi:

  • la selezione degli educatori in base ai profili e all’esperienza,
  • la  preparazione di questi al loro nuovo ruolo “materno” attraverso una serie di seminari organizzati da SOS Villaggi dei Bambini,
  • la trasformazione dei  quattro dormitori esistenti in quattro accoglienti case-famiglia.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Allarme rosso per il cuore delle donne
Allarme rosso per il cuore delle donne

Al contrario di quanto si crede, le malattie cardiovascolari colpiscono..

Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini
Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini

Secondo una ricerca americana, vivere in un quartiere coeso fa bene non..

Lavorare stanca (il cuore)
Lavorare stanca (il cuore)

Superare le otto ore di attività aumenta il rischio di attacco cardiaco...

A che velocità batte il tuo cuore?
Strumenti - A che velocità batte il tuo cuore?

Specificando il sesso e inserendo l’età otterrai la tua frequenza..

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..