I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Con un libro possiamo contribuire alla ricerca sul Rene Policistico

Sarà presentato domani, sabato 27 settembre, presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, il Volume “Dentro di me” dedicato dall’Associazione Italiana Rene Policistico ai piccolo pazienti affetti da questa patologia e alle loro famiglie.

Con un libro possiamo contribuire alla ricerca sul Rene Policistico

Si svolgerà domani, sabato 27 settembre presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma il 1° Incontro Nazionale AIRP “ARPKD chiama, AIRP risponde”, in Italia primo evento in assoluto dedicato al rene policistico autosomico recessivo. Durante l’incontro AIRP Onlus (Associazione Italiana Rene Policistico) presenterà il Volume “Dentro di me” dedicato ai piccoli pazienti affetti da questa patologia e alle loro famiglie. Curato dall’autrice Cosetta Zanotti e dall’illustratrice Elena Gallina, il volume si rivolge ai più piccoli con immagini semplici e chiare attraverso le parole del gufetto “Gugù”.

Il Volume di AIRP “Dentro di me” sarà disponibile durante l’Incontro Nazionale di Roma, il 27 settembre, o semplicemente facendone richiesta online sul sito www.renepolicistico.it o via mail info.airp@renepolicistico.it

Il ricavato dell’iniziativa sarà completamente devoluto alla ricerca sulla malattia (c/c postale n. 73690091).

“Questo libro è il primo gesto concreto che l’Associazione dedica ai più piccoli - dichiara Luisa Sternfeld Pavia, Presidente di AIRP Onlus – con la volontà di dare loro e ai loro familiari un forte e chiaro segnale di aiuto, affinché non si sentano né diversi né abbandonati. Dopo anni di lavoro – prosegue Luisa Sternfeld - sono molto lieta di annunciare che da quest’anno AIRP ha esteso il proprio impegno anche alla forma recessiva della malattia e che con il ricavato di questo libro finanzieremo dal prossimo anno la ricerca anche su ARPKD”.

 

Rene Policistico Autosomico Dominante o Recessivo

Il Rene Policistico Autosomico Recessivo (autosomal recessive polycystic kidney disease - ARPKD) è una patologia genetica ereditaria che colpisce nel mondo 1 bambino ogni 20.000, forma più rara e aggressiva del Rene Policistico Autosomico Dominante (ADPKD), una delle malattie genetiche più comuni che colpisce circa 65.000 persone in Italia. La patologia è dovuta a mutazioni del gene PKHD1, che si trova sul cromosoma 6 e la probabilità che un bambino possa ereditare la malattia è del 25% se entrambi i genitori sono “portatori sani”.

“Il rene policistico autosomico recessivo (ARPKD) è una malattia severa, che associa un coinvolgimento renale ed epatico – precisa il Prof. Francesco Scolari, Direttore Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi Ospedale di Montichiari, A.O. Spedali Civili di Brescia, Professore Associato di Nefrologia, Università di Brescia - Nella maggior parte dei casi, la malattia si presenta in età neonatale e può essere fatale per la comparsa di insufficienza respiratoria. L’insufficienza renale richiedente dialisi e/o trapianto si manifesta in genere entro la prima decade di vita e solo in un sottogruppo di pazienti in età più avanzata e, in questi casi, spesso prevale il coinvolgimento epatico, con progressivo sviluppo di ipertensione portale”, spiega Scolari.

L’incontro nazionale “ARPKD chiama, AIRP risponde” costituisce un’importante occasione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di approfondimento per la comunità scientifica, che sarà patrocinata da SINePe (Società Italiana di Nefrologia Pediatrica) e dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

"Il rene policistico recessivo è una malattia rara che, per la severità con cui si manifesta, soprattutto in età molto precoce, comporta notevoli problemi di gestione assistenziale, anche in centri di eccellenza di nefrologia pediatrica  – dichiara la Dott.ssa Laura Massella, Dirigente Medico presso l’U.O. di Nefrogia e Dialisi dell’ Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e Responsabile Scientifico del Simposio – Attualmente sono in corso sia uno studio Europeo sponsorizzato dalla ERA-EDTA (European Renal Association), sia una raccolta dati avviata come Gruppo di Studio all’interno della Società Italiana di Nefrologia Pediatrica. Ci auguriamo che i risultati che otterremo, prodotti in modo rigorosamente scientifico, possano permetterci di comprendere meglio la patogenesi della malattia e di creare indicazioni comuni a livello europeo per la difficile gestione di questi piccoli pazienti”, conclude Laura Massella

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce

In costante aumento, oggi fa la sua comparsa prima dei cinquant’anni

Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale
Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale

La sostituzione dell’enzima beta-glucosidasi acida può agire..

La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi
La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi

Bypass gastrico e diversione bilio-pancreatica sono le due soluzioni..

Flirt da ombrellone. Quanto durerà?
Test - Flirt da ombrellone. Quanto durerà?

Le vacanze estive si sa, portano batticuori e serate romantiche… Tu..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..