+ Rispondi
Pagina 1 di 3 1 2 3 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 27
  1. #1
    Member
    Registrato dal giorno
    08/03/2011
    Messaggi
    45

    amare un uomo sposato..

    ciao,
    scrivo, nn so perchè ma scrivo. Sono passati 11 anni dalla prima volta che l'ho visto, lui amico della mia migliore amica. Avevamo 20 anni, si viveva in città diverse, regioni diverse. Sapevamo di esistere l'uno per l'altro, attraverso l'amica comune ci mandavamo i saluti, gli auguri..era stata una conoscenza fulminante, ma non ci eravamo innamorati. E' come quando incontri qualcuno e quel qualcuno entra nella tua vita anche se non c'è un motivo perchè ci entri. Ma ci entra e ne rimane ai margini, eppure c'è. Ognuno di noi va avanti con la propria vita, le proprie storie. Cinque anni fa lui si sposa. Per lavoro viaggia molto, ha conosciuto una donna e ha deciso di sposarla dopo 3 mesi scarsi di conoscenza: l'unico modo per vivere la loro storia d'amore. Io sono contenta, gli mando un mazzo di fiori per augurargli tanta felicità. Sono contenta di saperlo felice, e vado avanti per la mia strada. Certo, mi dico "beh, quella sensazione è stata solo una sensazione, destinata a rimanere tale". E tale rimane. Tre anni fa mi trasferisco nella sua regione, vicina a lui e alla mia amica. La prima cena che si fa insieme, la organizzano per farmi conoscere la moglie. E' una donna carina, simpatica, io li vedo innamorati e felici e sono felice per loro. Certo, un po mi dispiace per quella sensazione che rimarrà sempre e solo una sensazione. Però perchè continua a guardarmi in quel modo? passa un anno, ci vediamo pochissimo. Poi una disgrazia, un lutto, un amico perso. Io sto vicino alla mia amica, e di conseguenza sono fisicamente presente in ospedale, al funerale, sono vicina alla mia amica e sono vicina a lui. Ma sto lontana, penso che io nn devo stargli vicina, anche se il mio istinto mi farebbe andar lì, parlargli, stringerlo..invece sto per i fatti miei, non è il mio posto, quello è il posto di sua moglie. E invece lui viene e mi dice: a me manca il tuo abbraccio..lo stringo, di nuovo quella sensazione..Il tempo passa, iniziamo a cercarci, sentirci. Lui viene da me a prendere il caffè, si ferma pomeriggi interi. Fumiamo tante sigarette e chiacchieriamo e chiacchieriamo e chiacchieriamo. Lo so che non è felice, lo sanno tutti. Va avanti così per circa 6 mesi, ci vediamo due o tre volte al mese, chiacchiere su chiacchiere, non ci sfioriamo per nulla. Lui mi dice: mia moglie non lo sa che vengo a prendere il caffè da te. Ma è solo un caffè, e delle chiacchere, ci conosciamo da una vita, perchè non dovresti dirglielo? perchè sei l'unica donna di cui è gelosa. Perchè sa che sei l'unica donna per cui potrei lasciarla. Io sorrido imbarazzata, non dico nulla. Andiamo avanti. Poi ci perdiamo, per qualche mese, decidiamo di perderci. Di non cercarci, perchè quella sensazione è diventata energia, e l'energia come fai a nasconderla? Passano i mesi, e si torna al caffè. Ma il caffè non è più solo il caffè, facciamo l'amore come a me mai era successo prima d'ora. Come se nella mia vita io aspettassi solo quel momento. Ci vediamo altre tre volte, poi dico basta. Troppe amicizie comuni, e lui nn sa quello che vuole. Passano ancora due mesi, e torniamo a cercarci. Mi dice: io non ho una vita di coppia, ma non ho la forza in questo momento di lasciare mia moglie. Io non so cosa voglio. Io so che quella sensazione non mi lascia, so che quando mi lo vedo mi batte il cuore, e vedo nei suoi occhi lo stesso amore. Certo, si può dire che gli innamorati sono ciechi, che vedono solo quello che vogliono vedere..si, sarà..ma sono dieci anni che io ho questa sensazione..ci sarà un motivo, no?

  2. #2
    Quote Originariamente inviata da jeje Visualizza il messaggio
    Mi dice: io non ho una vita di coppia, ma non ho la forza in questo momento di lasciare mia moglie. Io non so cosa voglio. Io so che quella sensazione non mi lascia, so che quando mi lo vedo mi batte il cuore, e vedo nei suoi occhi lo stesso amore. Certo, si può dire che gli innamorati sono ciechi, che vedono solo quello che vogliono vedere..si, sarà..ma sono dieci anni che io ho questa sensazione..ci sarà un motivo, no?

    Ciao
    Amare è bello ed assere amati anche, detto questo io mi chiedo qual
    è il problema?
    Certo, tu dici che lui non può lasciare lei.
    L'ama più di te e tu sei solo il tipico diversivo del maschio?
    Forse tu cerchi di capire la situazione del tuo lui ed il suo problema di non “poter” lasciare sua moglie.
    Fossi in te cercherei di mettermi al posto della donna che lui tradisce e alla quale tu fai del male.
    Una felicità costruita sulla rovina di un’altra donna non porta bene.
    A me sembra che tu per 10 anni ti sei impedita di guardare altrove e quella sensazione era solo “desiderio di amare” l’uomo a cui pensavi era solo una facile abitudine mentale sulla quale tu riversavi l'amore idealizzato che ti mancava.
    Quando due si amano di un’amore vero, anche se uno di essi o tutti e due sono sposati, l’amore vince e fa scoppiare le coppie.
    Ma se questo il tuo lui non può farlo, allora lascialo a sua moglie e cercati un ’altro amore. Ma se ti va di fare l’amante potresti anche accontentarti, sappi però che in questo caso sarai tu la causa della tua sofferenza.

    Quanto sopra mi viene spontaneo, non me ne volere se non ti piace quello che scrivo, ma desideravo tu avessi una risposta da una persona qualsiasi, forse un’ esperto potrà dirti altro.
    Buona giornata a te bella innamorata.
    Terina
    Ultima modifica di Terina; 14/03/2011 a 09:13

  3. #3
    Senior Member
    Registrato dal giorno
    21/02/2011
    Messaggi
    186
    scusa tanto jeje,
    ma sei impazzita?ma vuoi donnine volete lasciare stare gli uomini sposati?e ci risiamo!!!lui fa il patetico "non ho più una vita di coppia..., poverino"ma ha pensato alla moglie, ha pansato al loro matrimonio o quando ha promesso amore eterno ara al bagno?ma porca vacca, e tu jeje non ti senti un pò stupidotta?a cadere nel letto di uno che torna a casa di un'altra donna e ci fà l'amore?che schifo!!!insomma ci definiamo più intelligenti di loro ma alla fine siamo sempre le stesse!!!!

  4. #4
    Member
    Registrato dal giorno
    08/03/2011
    Messaggi
    45
    solo una cosa: non sono una donnina, e non sono una che va a caccia di uomini sposati, quindi gentilmente evita di offendere.

    Io ho condiviso con voi una cosa, condividere vuol dire accettare e forse anche cercare le opinioni altrui, e vorrebbe anche dire, dall'altra parte, non giudicare.
    Se poi questo è il tono che si intende usare in questa community, quello del giudizio, basta saperlo, e mi limiterò a usare la parte delle diete, senza andare oltre. Non mi sento stupida e non sono stupida, ma non è compito mio stare qui a difendere la mia intelligenza. Ti invito solo a riflettere sul fatto che atteggiamenti come il tuo possono portare gente che vorrebbe aprirsi qui, a chiudersi. E quindi ad avere meno spazio di confronto. Se una vuole un giudice, basta che vada dal prete.


    14/03/2011 90 kg

    24/03/2011
    88,2

    Primo Obiettivo: Kg 80!

  5. #5
    Senior Member
    Registrato dal giorno
    21/02/2011
    Messaggi
    186
    la mia risposta voleve solo dire per l'ennesima volta alle donne come te , e dico come te solo per dire donne che hanno rapporti con uomini sposati, di aprire gli occhi e di non credere che lui lasci la moglie che per lui vvuol dire panni stirati cene pronte prole accudita ecc... per te . e quindi dico a te a fin di bene di non stare con lui perche un uomo cosi non è un uomo!!!!!!tutto qui e scusa se ti ho offesa!!!!e comunque finisco dicendo che appunto bisogna accettare le opinioni altrui nel bene e nel male, se no che sensa avrebbe scrivere a noi?

  6. #6
    Quote Originariamente inviata da jeje Visualizza il messaggio
    Certo, si può dire che gli innamorati sono ciechi, che vedono solo quello che vogliono vedere..si, sarà..ma sono dieci anni che io ho questa sensazione..ci sarà un motivo, no?
    Ciao di nuovo
    Non te la prendere per quello che dice anabel, ma credo che siano proprio le stesse cose che ti direbbe l’amica che tu tradisci.
    Personalmente credo che sei stata molto coraggiosa a scrivere come hai scritto, lo dici tu stessa che l’amore è cieco, ma credo che tu scrivendo desideri vederci un po più chiaro sui tuoi sentimenti per un uomo sposato.
    A parer mio dovresti avere la forza di accettare qualsiasi parere e poi pensarci su da sola.
    Io non ti giudico anzi ti dico che se da questo amore ti può bastare una soddisfazione sessuale allora non fartene una colpa, ma fai come fanno certi uomini, divertiti e spegni il lumino della coscienza.
    Qualsiasi cosa tu decida io ti leggerò volentieri.
    Ti saluto con simpatia

  7. #7
    Senior Member
    Registrato dal giorno
    21/02/2011
    Messaggi
    186
    cara jeje,
    ti auguro davvero che questo amore sia sincero e che presto potrai viverlo alla luce del sole, ma purtroppo gli uomini ma in generale le persone che tradiscono non danno nullo di buono(ovvio secondo me),quindi purtroppo soffrirai.sicuramente non ti giudico una donnina inteso poco di buono, ma mi chiedo perchè tu ti sei fatta coinvolgere da questo uomo che caspita tradisce la moglie oltre che se stesso e i figli se ci sono e cmq te. ma una cosa non mi è chiara, la moglie è la tua amica?avevo capito che la tua amica fosse in comune a voi ma la moglie una terza persona?e poi mettiti nei panni della moglie.nonchè non ha le sue colpe, ma non è giusto.
    fammi sapere come va.

  8. #8
    Senior Member
    Registrato dal giorno
    02/02/2011
    Messaggi
    110
    Cara jeje, penso che se hai scritto la tua storia è perché haimbisognomdi un consiglio, forse questa storia non ti rende felice al cento percento. sentimdi amarlo, forsemanche lui ricambia, ma non è tutto tuo. E non sei neanche la donna ufficiale. Sei giovane e credo che meriteresti una storia tutta tua, un uomo solo per te. Che natale, capodannomcompleanno, tutto l'anno sia sempre tuo. Mettiamo per un momento da parte il fatto che c'e un'altra donna, che se scoprisse soffrirebbe. Pensiamo a te: forse tutti questi anni dedicati a lui ti hanno impedito di guardati intorno, di lasciarti corteggiare, di aprire il cuore a una persona pronta ad amarti in modo totale. Pensa a te sul serio, prova a staccarti. Se questo uomo non può stare senza di te prenderà prima o poi una decisione.

  9. #9
    Member
    Registrato dal giorno
    08/03/2011
    Messaggi
    45
    scusate, nn mi sono spiegata: 1. la sua donna nn è la mia amica. 2. in questi 10 anni io nn mi sono in nessun modo dedicata a lui. tutto il contrario, abbiamo continuato con delle vite parallele che ogni tanto si incontraravano e quando si incontravano c'era quella sensazione. Tutto qui. Scusate, sono dura non perchè non mi piace quello che mi dite, se nn fossi stata aperta alla discussione non avrei scritto. Sono dura perchè, appunto, non ho letto alcuna domanda ulteriore. Nessuna voglia di capire l'altro, ma solo di dare giudizi sommari. nessuno qui mi ha chiesto qualche altra spiegazione, qualche domanda per capire meglio. Solo frasi fatte che si riferiscono a ,situazioni standard. Invece quando abbiamo a che fare con le persone, ogni persona ha storie a se stanti.


    14/03/2011 90 kg

    24/03/2011
    88,2

    Primo Obiettivo: Kg 80!

  10. #10
    Junior Member L'avatar di Luana
    Registrato dal giorno
    07/01/2011
    Messaggi
    26
    Ciao jeje, il tuo racconto mi fa pensare a un libro che ho letto recentemente. Si intitola "Noi due come un romanzo" (scritto da Paola Calvetti) e narra la storia di un uomo e una donna che si ritrovano dopo tanti anni dalla fine della loro relazione. Le loro vite, nel frattempo, sono andate avanti, ma tra i due protagonisti si riaccende una scintilla che li porterà a mantenere un rapporto di tipo epistolare e a incontrarsi una volta l'anno in una località francese. Non ti svelo come finisce il romanzo, che merita comunque di essere letto, ma ti racconto questo pensiero perchè sono convinta che esistano dei legami che difficilmente si spezzano.
    Probabilmente ciò che ti tiene legata a questo uomo è il "non vissuto". Credo che le "energie" che si vengono a creare con solo pochissime delle persone che incontriamo nel corso della nostra vita valgano la pena di essere vissute.
    Chissà se la vostra storia non avrà un lieto fine?
    Auguri!

+ Rispondi
Pagina 1 di 3 1 2 3 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Entra nella Community
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci
Il diario del viaggio dimagrante di rosanna
Dizionario della salute
Atlante del corpo umano
Accesso rapido