+ Rispondi
Pagina 1 di 2 1 2 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 11
  1. #1
    ADMIN
    Guest
    Cistite, una malattia trascurata
    Un fastidioso disturbo, tipicamente femminile, dovuto a un'infezione che colpisce le vie urinarie Almeno una volta l’anno ben tre donne su dieci si lamentano di un attacco di cistite. Si tratta di un’infezione che colpisce le basse vie urinarie , cioè la vescica e l’uretra, ed è terza per importanza fra tutte le malattie infettive femminili.

    Leggi l'articolo originale!

  2. #2
    Atropina cavi
    Guest
    Credo che questo articolo sia pieno di errori piuttosto grossolani. Taluni anche gravi.
    Perchè consigliare solo al terzo mese di bere di più (quando bisognerebbe farlo regolarmente a prescindere dalla cistite!) e di eseguire un'urinocoltura (quando bisognerebbe farla subito per impostare una terapia corretta che non porti alla cronicizzazione)?
    Io con anni di antibiotici, acidificanti e mirtilli non ho mai risolto nulla. Sono solo peggiorata di anno in anno. Sono guarita solo grazie allo zucchero che anche voi nominate (erroneamente): il D-MANNOSIO (non destrosio!!).

  3. #3
    maria rossi
    Guest
    Ma i consigli che hanno dato è per farla venire?

  4. #4
    Viviana Fonti
    Guest
    Mi fa piacere che questi sono i consigli di un esperto! E complimenti all'autore per il senso critico!
    La cistite è senza ombra di dubbio una malattia sottovalutata e trascurata ma è proprio questo uso sconsiderato degli antibiotici che promuove il diffusissimo atteggiamento lassista nei confronti di questa malattia.!!!
    Consigliate acidificanti e vaccini... Il vaccino non funziona, o meglio non ha le caratteristiche per funzionare: come potrebbe il nostro corpo vaccinarsi all' E.coli, nostro importante commensale?? Gli acidificanti poi non vanno che ad acuire i sintomi, soprattutto quelli cronicizzati. Io ho provato entrambi, per lunghi periodi e con zero successi.
    La nuova terapia moderna, quella basata su di uno zucchero "complesso" é a base di D-mannosio, che tutto è meno che piuttosto è uno zucchero semplice, essendo un monosaccaride.
    Va bene essere inesperti ma almeno PER FAVORE non distribuite tanta ignoranza nelle vostre lettrici! Grazie!

  5. #5
    Aida Beodicea
    Guest
    Non ho parole..dare un antibiotico alla cieca senza un antibiogramma? Ma stiamo scherzando? Bero solo a terzo mese? Certo che la cistite si cronicizza, con queste procedure dannose! Acidificare? Cioè immettere acidità a contatto di una mucosa già altamente provata dagli attacchi del batterio? L'ideale per tramutare una cistite in qualcosa di molto peggiore! I batteri sopravvivono anche in ambienti ultraacidi, figuriamoci! E che dire dei probiotici? Anch'essi sono batteri, verrebbero spazzati via dalla prima "monosomministrazione" della bomba antibiotica, destabilizzando il delicato ecosistema intestinale e vaginale, contribuendo ad abbassare difese immunitariee ottenendo l'unico scopo di rendre i batteri come i coli sempre più aggressivi.
    Destrosio? Errata corrige, d-Mannosio. L'unica terapia che mi abbia salvata.
    Concordo totalmente con chi mi ha preceduta, questo articolo è grossolano, fuorviante, del tutto destabilizzante e tutto fuorché foriero di rimedio!

  6. #6
    Luisa Raggi
    Guest
    Scusate, non starete mica facendo pubblicità al D-mannosio? il medico ha consigliato uno specifico antibiotico se la cistite è un evento isolato, non come cura. inoltre, non consiglia di bere di più solo al terzo mese, ma dice che se la cistite si presenta con periodicità (ogni tre mesi circa) è necessaria una terapia idratante. Aida questo articolo è "rossolano, fuorviante, del tutto destabilizzante e tutto fuorché foriero di rimedio"? Sei un medico per caso? Ma come fate a scrivere certe cose?

  7. #7
    rossella rosselli
    Guest
    Tra i rimedi consigliati dovrebbe esserci quello di dimenticare l'articolo.
    Il D-mannosio però funziona. Provato e garantito dalle mie analisi.

  8. #8
    Destrosia Destroietti
    Guest
    Il destrosio lo utilizziamo tutti i santi giorni .. C'è pure chi si ammala di diabete a causa sua. Se soltanto gli esperti fossero più preparati lo chiamerebbero col suo nome ... Il d-mannosio... L'unico davvero in grado di sconfiggere la bestia che ha abitato in me per anni ...E che gli antibiotici non avevano fatto altro che rinforzare . Pollice giù per l'articolo!

  9. #9
    Aida Beodicea
    Guest
    Gentile Raggi, ora mi spieghi cortesemente come si fa a far pubblicità a uno zucchero. E perché, allora, l'articolo non avrebbe pubblicizzato il destrosio? O le molecole citate afferenti a precisi nomi di farmaci (basta cercare... )? Ma non è questo il punto. La pubblicità, per definizione, la si fa a un prodotto. Primo.
    Secondo, proprio un articolo sedicente medico, con l'avallo di un medico, mi viene a confondere un destrosio con un d-Mannosio? Per piacere. Terzo. E' stato proposto, come lei sottolinea, un antibiotico per il "caso isolato". Mi scusi, e questa cos'è, non è una "cura"? Qui occorre essere precisi, mi invita ad esserlo e io non posso esimermi.
    La proposta della terapia è chiarissima, inequivocabile: al primo episodio una monosomministrazione, e vengono citati i due antibiotici "più utilizzati"... L'informazione medica corretta è, si fa l'antibiogramma e *poi* si procede alla prescrizione dell' antibiotico più adatto, è roba da manuale medico, nulla di così trascendentale. Cara Raggi, quello che la dovrebbe turbare è, come fanno loro a scrivere certi strafalcioni. S'informi, è un suo diritto/dovere. Saluti

  10. #10
    Pi
    Guest
    Buongiorno, abbiamo cheisto al Prof. Mauro Cervigni di rispondere ai vostri commenti:

    Gentili Signore, rispondo in merito ai commenti scaturiti dall'articolo recentemente pubblicato sulle cistiti particolarmente "caustici".
    Verosimilmente tutto ciò credo sia scaturito dal refuso tra Destrosio e D-mannosio.
    Quando scrivo un articolo cerco sempre di non allarme il lettore e di dare consigli generali di massima che vanno naturalmente personalizzati quando ci si trova a "tu per tu" con il paziente e si rende necessario un iter diagnostico accurato. L'intenzione dell'articolo era di sorvolare sui particolari dando dei suggerimenti di massima utili per tutti. Un paziente con cistiti ricorrenti croniche merita una serie di indagini approfondite ma ricordiamo che le infezioni delle vie urinarie possono comparire anche occasionalmente, ad esempio dopo un rapporto sessuale o, viceversa, avere delle cause molto complesse. Ampia letteratura e ricerca scientifica, oltre che la pratica clinica, hanno dimostrato che i batteri non sopravvivono in un ambiente acido e difatti sono disponibili in commercio molti prodotti utilizzati con tale intento che danno ugualmente buoni risultati rispetto al D-Mannosio. Trattiamo da oltre vent'anni persone affette da questo invalidante disturbo e, seppur non sia facile interrompere un meccanismo cronicizzato, ci riusciamo con entrambi i trattamenti. Naturalmente qualche paziente non risponde alle terapie ma questo fa parte delle casistiche scientifiche.
    In caso il paziente non risponda alle terapie, cioè nonostante assunzione di antibiotici, acidificanti, estratti di mirtillo, zuccheri o molecole più recenti, allora dovrebbe venire il sospetto che si possa trattare di una forma infiammatoria della parete vescicale, meno frequente e quindi non di origine batterica anche se, talvolta, subdolamente si può associare ad una componente batterica. Ma qui si apre un vasto capitolo completamente diverso dove infatti è sconsigliato acidificare le urine ed anzi vanno evitati alimenti acidi, ma la diagnosi differenziale è fondamentale e le cure sono totalmente divers e. L'articolo in questione era dedicato esclusivamente alle cistiti batteriche. Dichiarare che il D-Mannosio sia l'unica terapia che funzioni, oltre che non essere dimostrato scientificamente e clinicamente, è fuorviante per chi legge.
    Cordiali saluti

    Prof. Mauro Cervigni
    Direttore U.O.C. Urologia Ginecologica
    Direttore Centro di Riferimento Cistite Interstiziale
    Osp. S. Carlo-IDI
    Docente Scuole di Specializzazione
    Università Cattolica "Sacro Cuore", Roma

+ Rispondi
Pagina 1 di 2 1 2 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
Entra nella Community
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci
Il diario del viaggio dimagrante di rosanna
Dizionario della salute
Atlante del corpo umano
Accesso rapido