I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Combattiamo la fame con l’olio di oliva

L’olio di oliva, elemento base della dieta mediterranea, può aiutarci a vincere la fame

No pagePagina successiva
Combattiamo la fame con l’olio di oliva

Sono note le proprietà salutari dell’olio di oliva, soprattutto se extravergine. In particolare, un continuo e crescente numero di pubblicazioni scientifiche spiega e dimostra le capacità dell’olio di oliva nel prevenire le patologie cardiovascolari grazie alla sua capacità di influenzare positivamente diversi fattori di rischio quali il profilo lipoproteico, la pressione sanguigna, il metabolismo del glucosio e il profilo antitrombotico. Queste capacità sono dovute sia alla particolare composizione in acidi grassi, soprattutto mono-insaturi come l’acido oleico, sia al prezioso contenuto in composti fenolici. Ciò che invece si sconosceva fino ad ora, era la capacità di questo prezioso alimento di influenzare anche il senso di sazietà. Grazie ad una ricerca svolta presso il German Research Center for Food Chemistry di Monaco di Baviera, è stato potuto verificare come l’aroma dell’olio di oliva sia in grado anche di influenzare il senso di sazietà.

 

L’aroma dell’olio di oliva

L’aroma di un alimento scaturisce dalle sensazioni che derivano dalle sostanze odorose percepite dal nostro olfatto. Ciò influisce particolarmente sulle nostre scelte alimentari: un cibo, anche se dotato di numerose e preziose proprietà nutrizionali, se possiede un odore o meglio ancora, un aroma non gradevole, non viene consumato. L’aroma di un olio nasce dalla combinazione di un numero elevato di sostanze volatili, presenti in bassissime concentrazioni, che influenzeranno inevitabilmente la scelta di un olio rispetto ad un altro da parte del consumatore e può essere considerato una vera e propria carta di identità del prodotto: le tonalità aromatiche derivano dalla combinazione di tutti gli eventi e fattori (varietà di olivo coltivata; area geografica di coltivazione; condizioni climatiche; grado di maturazione delle olive; tecnologia di raccolta; tempi e luoghi di conservazione delle olive; tecniche di estrazione; conservazione dell’olio; igiene e pulizia generali; trattamenti alla pianta e al terreno) che hanno contribuito alla produzione del prodotto finale. Qualsiasi inconveniente che si possa verificare durante anche una singola fase della filiera di produzione, si ripercuoterà negativamente sull’alimento.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L'insostenibile costo dell'acqua gratuita
L'insostenibile costo dell'acqua gratuita

Charles Fisherman, giornalista di Fast Company, è in tour in Italia per..

SOS bellezza
SOS bellezza

Come risolvere in un minuto i piccoli inconvenienti che possono rovinarti..

Nuovo tango: sensuale, dinamico e terapeutico
Nuovo tango: sensuale, dinamico e terapeutico

Il ballo più sexy si rinnova e si trasforma, strizzando l’occhio al..

Un mix di tradizione e modernità per le danze più coinvolgenti
Un mix di tradizione e modernità per le danze più coinvolgenti

Dall’India all’Andalusia, dalle Antille al Nordafrica: ritmi,..

Contapassi: la camminata è hi-tech
Contapassi: la camminata è hi-tech

Un gadget tecnologico utile per chi ama camminare: permette di..