I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cibo, salute e malattia: al via Nutrire la vita

In occasione della partecipazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù a Expo Milano 2015, parte un portale dedicato al rapporto tra alimentazione e cura, e una serie di convegni per raccontare il “pasto che educa, dalla parte dei bambini”.

Cibo, salute e malattia: al via Nutrire la vita

Si chiama “Nutrire la vita” il progetto promosso dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per raccontare “Il pasto che educa e che cura, dalla parte dei bambini”.

Tema centrale del convegno, iniziativa promossa dalla Santa Sede per la sua partecipazione a Expo Milano 2015, il rapporto tra cibo e salute, ma anche cibo e malattia: l’obesità, la malnutrizione, i disturbi del comportamento alimentare; le allergie alimentari, il diabete, le malattie metaboliche. Il cibo come cura e la riscoperta del “gusto” nelle terapie alimentari. La nutrizione artificiale e il ruolo del microbiota intestinale umano alla luce delle ultime ricerche scientifiche.

L’intervento del Bambino Gesù prevede in particolare la realizzazione di un portale web dedicato (www.nutrirelavita.it) – già online – e l’organizzazione nel corso dell’anno di quattro convegni scientifici, più un evento legato alla disabilità nella ristorazione. “Nella medicina moderna il cibo non riveste più solo il ruolo di integratore di terapie farmacologiche, ma diventa esso stesso terapia: alcune patologie del metabolismo si curano infatti attraverso diete specifiche; il trattamento del diabete, della celiachia o di alcune malattie neonatali non può prescindere dall’attenzione a ciò che si mangia. È per questo motivo che l’Ospedale Bambino Gesù – si può dire – cura anche attraverso il cibo”, afferma la presidente Mariella Enoc. 

 

LA RICERCA: L’ESPOSOMA E IL MICROBIOTA

Il contributo scientifico del Bambino Gesù muove dal concetto di “esposoma”, che rappresenta l’insieme dei fattori ambientali e degli agenti patogeni ai quali ciascun individuo esposto a partire dal concepimento e per tutto il resto della vita. “Una vita vissuta in salute – spiega il prof. Bruno Dallapiccola, direttore scientifico dell’Ospedale della Santa Sede – non è determinata solo dal patrimonio genetico: numerosi studi scientifici dimostrano che i fattori ambientali e gli stili di vita concorrono, insieme alle predisposizioni genetiche, allo sviluppo della maggior parte delle malattie complesse e comuni. In questo contesto, ovviamente, un ruolo fondamentale è svolto dall’alimentazione e dal suo impatto sulla composizione del “microbiota” intestinale, l’insieme dei microorganismi (alcuni trilioni) che contribuiscono allo sviluppo del sistema immunitario, modulano il genoma e si modificano nella loro composizione in presenza di numerose condizioni patologiche. Per questo, educare ad una corretta alimentazione e ad uno stile di vita ‘sano’ concorre a limitare il rischio di ammalare e contribuisce a definire lo stato di benessere o di malattia di un individuo”, spiega lo specialista.

 

IL PORTALE: NUTRIRELAVITA.IT

Si tratta di una piattaforma web interamente dedicata al rapporto tra cibo, gusto, salute e malattia, con informazioni e indicazioni dei medici dell’Ospedale della santa Sede. La struttura di navigazione è organizzata in sei macrosezioni che rappresentano altrettanti canali tematici, ognuno dei quali corrisponde ad un progetto specifico di cura e di ricerca sviluppato dall’Ospedale:

· NutrEat: promuove la corretta educazione alimentare nei bambini correlata ad un sano stile di vita, per prevenire problemi legati ad obesità e deficit nutrizionali.

· AllergEat: fornisce ai genitori gli strumenti per conoscere, riconoscere e gestire le allergie alimentari.

· TreatEat: parla del cibo come terapia per pazienti con malattie metaboliche, epilessia e diabete, costretti a seguire un regime alimentare particolarmente restrittivo, che influisce negativamente sulla sfera relazionale ed emotiva.

· MindEat: affronta la questione dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia) cercando di orientare i ragazzi ad una cultura positiva e all’auto-accettazione.

· DisabilitEat: dedicato alle famiglie di bambini con disabilità che hanno bisogno di un percorso nutrizionale specifico e adeguato, spesso accompagnato da un supporto clinico o artificiale.

· MicrobiotEat: illustra la correlazione tra alimentazione e microbiota intestinale, promuovendo il ruolo della dieta mediterranea nella salute del bambino e dell’adulto, alla luce delle ultime ricerche scientifiche.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Il diabete colpisce 5 italiani su 100
Il diabete colpisce 5 italiani su 100

Secondo il Congresso Nazionale dell’Associazione Medici Diabetologi, la..

Diabete: agire subito, senza perdere tempo
Diabete: agire subito, senza perdere tempo

Il nuovo orientamento è di intervenire immediatamente quando i valori..

La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi
La chirurgia bariatrica per la cura del diabete nei pazienti obesi

Bypass gastrico e diversione bilio-pancreatica sono le due soluzioni..

Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce

In costante aumento, oggi fa la sua comparsa prima dei cinquant’anni

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..