I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

I cibi giusti per un’abbronzatura perfetta

Non solo creme protettive e abbronzanti, una bella abbronzatura si ottiene facendo una corretta spesa

I cibi giusti per un’abbronzatura perfetta

Cosa occorre per ottenere un’abbronzatura perfetta ed uniforme? Basta semplicemente scegliere la verdura e la frutta più adatta e mantenere il nostro organismo ad una giusta idratazione. Per ottenere una invidiabile abbronzatura dorata, non occorre solamente usare creme abbronzanti e sottoporsi a lunghe ore di esposizione ai raggi solari, ma è importante anche associare un’alimentazione basata principalmente sull’assunzione di frutta e verdura particolarmente ricca in acqua, minerali e vitamine. Una adeguata idratazione permette infatti il mantenimento della elasticità della pelle evitando così che diventi arida ed assuma un colorito “spento”, oltre a contribuire all’equilibrio idrosalino particolarmente instabile a causa della maggiore sudorazione causata dalle alte temperature estive.

 

I cibi giusti

Bere giornalmente circa 2 litri di acqua garantisce un adeguato apporto di liquidi al nostro corpo; vanno anche bene altre bevande come il latte, i succhi di frutta, il te, le bevande aromatizzate, che possiedono all’incirca la stessa capacità idratante. Ma il nostro organismo può assumere acqua non solo attraverso i liquidi, ma anche attraverso gli alimenti. Secondo l’INRAN, i cibi che idratano di più sono: cetrioli, lattuga, ravanelli, cocomero, cicoria, pomodori, zucca gialla, cardi crudi, indivia belga, fiori di zucca, melone, radicchio rosso, zucchine crude. Altro consiglio utile per ottenere un colorito ambrato è quello di fare giornalmente una scorpacciata di cibi ricchi in vitamina A. La stessa Coldiretti ha elaborato una classifica degli alimenti ricchi di questa vitamina e capaci di stimolare la produzione della melanina: al primo posto spicca la presenza delle carote (1200 μgr di vitamina A), seguita da radicchio, albicocche, cicoria, lattughe, meloni gialli, sedano, peperoni, pomodori, pesche, cocomeri e ciliegie.

 

I metodi di cottura

Per ottenere maggiori benefici è importante anche badare alla modalità di cottura di questi cibi: è preferibile ad esempio che le carote vengano mangiate crude, mentre cibi come il pomodoro è preferibile che vengano mangiati cotti proprio perché la cottura aumenta la disponibilità degli antiossidanti, in particolare del licopene. Per quanto riguarda le verdure, è preferibile mangiarle crude come nel caso del radicchio e della lattuga, oppure se per il consumo è necessario il trattamento termico, un’ottima abitudine sarebbe quella di ricorrere alla cottura al vapore per minimizzare le perdite delle sostanze che svolgono un’azione salutare per l’organismo.

Una scorpacciata di vitamina A

La ricchezza in questi alimenti in vitamina A avvalora maggiormente la necessità di questi cibi sulle nostra tavola. La vitamina A ha infatti la capacità di innescare numerose funzioni benefiche e protettive per l’organismo, in particolare, grazie alla sua azione antiossidante, protegge la pelle dall’azione nociva dei raggi UV e dei radicali liberi, favorendo invece la sua morbidezza ed elasticità. Ma questi stessi alimenti sono ricchi in β-carotene, precursore della vitamina A, responsabile del colore giallo-rosso caratteristico di diverse varietà di frutta e verdura. Il β-carotene è un ottimo abbronzante naturale grazie alla sua capacità di stimolare la produzione della melanina, inoltre ci aiuta a prevenire le rughe e gli altri segni dell’invecchiamento della pelle.

 

La giusta combinazione

Per favorire l’assorbimento dei carotenoidi l’olio extra vergine di oliva ci viene in soccorso: a dare questa notizia sono stati gli studiosi della Purdue University che hanno pubblicato una interessante ricerca sulla importante rivista Molecular Nutrition Research & Food dove appunto è stato dimostrato come l’olio extra vergine di oliva aumenti la biodisponibilità per l’organismo dei carotenoidi soprattutto del licopene, β carotene e luteina. Inoltre, se l’olio viene usato direttamente sulla cute danneggiata dall’esposizione ai raggi solari, ne favorisce la guarigione.

 

Il doppio volto dei raggi UV

Se da un lato i raggi UV svolgono un’azione positiva sull’organismo favorendo ad esempio l’attivazione della vitamina D fondamentale per mantenere le nostre ossa in salute, stimola la produzione della melanina, favorisce la circolazione sanguigna e il rilascio della serotonina conosciuto anche come l’ormone del buon umore; dall’altro lato una non corretta esposizione al sole può favorire la comparsa di eritemi caratterizzati dalla rottura dei capillari, screpolatura della cute, edemi, bolle, prurito e bruciore. Ma anche in questo caso l’alimentazione può darci una mano: è stata dimostrata la capacità degli acidi grassi omega- 3 di proteggere la pelle dagli effetti dannosi del sole. Il salmone, lo sgombro, l’alibut, le sardine, il tonno, le aringhe, i semi di lino e il suo corrispettivo olio, l’olio extra vergine di oliva e la frutta secca, sono i cibi particolarmente ricchi di questi preziosi acidi grassi. Tra cibi che inaspettatamente hanno un’azione benefica sulla pelle vi è la zucca capace di donare alla pelle una maggiore elasticità e luminosità, aiuta a fissare l’abbronzatura e ha inoltre spiccate proprietà lenitive.

di Dott.ssa Valentina Schirò (Biologa Nutrizionista)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Abbronzatura intensa, in tutta sicurezza
Abbronzatura intensa, in tutta sicurezza

Per ottenere un colorito uniforme, luminoso e a lunga durata, bastano..

L’alimentazione giusta per l’estate
L’alimentazione giusta per l’estate

Precedenza a cibi freschi e molto digeribili come insalate di riso e..

Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita
Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

I bambini italiani? Mangiano poca verdura
I bambini italiani? Mangiano poca verdura

A Bologna, un corso di due giorni con medici, dietisti e ricercatori per..

Pranzare in famiglia per non ingrassare
Pranzare in famiglia per non ingrassare

I bambini che condividono i pasti coi genitori avrebbero meno..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..