I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cervello in salute grazie alla flora intestinale

Funzionalità, prontezza e sviluppo del cervello dipendono dallo stato della flora batterica dell'intestino. Lo squilibrio del microbioma intestinale collegato a disturbi psichici.

Cervello in salute grazie alla flora intestinale

Si apre l’era della “psicobiotica”, a conferma dello stretto legame tra intestino e cervello. L’evidenza arriva da uno studio internazionale appena presentato dal prof. John F. Cryan, neuroscienziato della University College Cork (Irlanda), intervenuto al 47° congresso della Società Italiana di Psichiatria (SIP) in corso a Taormina.

L’inedita correlazione tra flora intestinale, cervello e psiche è ricchissimo di implicazioni, sia a livello terapeutico sia preventivo, e sarebbe implicata anche nell’autismo nei bambini. Secondo lo studio, il rapporto tra microbioma intestinale e psiche sarebbe dovuto al fatto che i batteri presenti nell'intestino, producendo molto Dna, sintetizzano molecole che, per un complesso meccanismo immunitario, ormonale e neurale, modulano lo sviluppo del cervello sia nella vita fetale sia dopo durante l’infanzia.

La novità sta proprio nell'aver chiarito in buona parte in cosa consiste questo meccanismo.

La scoperta apre “possibilità rivoluzionarie dal punto di vista clinico per trattare, in un prossimo futuro, i disturbi cerebrali e mentali modificando la flora batterica intestinale”, afferma il prof. Giovanni Biggio, Ordinario di Farmacologia all'università di Cagliari.

 

Dall’utilizzo di probiotici mirati in funzione antidepressiva, alla prevenzione di problemi nervosi e mentali, l’insieme di batteri che vivono nell’intestino può davvero influenzare la nostra salute. “Si pensi che, alla nascita, il microbioma intestinale del neonato viene stabilito dalla flora del canale vaginale della madre con la quale viene a contatto - spiega Biggio, traendo una prima considerazione: “attenzione all'equilibrio di questa flora vaginale, perché se è alterata risulterà alterato anche quella intestinale del bambino, con conseguenze anche sul cervello e sulla psiche. Un'ulteriore ragione per affermare che il parto naturale è migliore di quello cesareo, in cui questo contatto è assente, con conseguenze che sono tutte da studiare” Ma non è tutto perché la scoperta prova che bisogna stare molto attenti con gli antibiotici se presi in alte dosi e somministrazioni prolungate: “distruggendo la flora intestinale potrebbero provocare o disturbi anche cerebrali, psichici", avverte lo specialista.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito
Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito

Una diagnosi precoce e la terapia comportamentale possono aumentare le..

Aprile è il mese dell’intestino sano
Aprile è il mese dell’intestino sano

Una campagna informativa in 15 tappe, per scoprire che il benessere..

Come difendersi da virus e batteri
Come difendersi da virus e batteri

Autobus, metrò e locali pubblici: attenzione all’igiene

I batteri si annidano nelle tastiere
I batteri si annidano nelle tastiere

Oltre al capo e ai colleghi, in ufficio state attente anche ai germi

L’importanza della prevenzione dentale
L’importanza della prevenzione dentale

Poche e semplici regole di igiene possono ridurre l’incidenza della..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..