I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Carne rossa cancerogena come il fumo

Nel mirino, salsicce, wurstel, carne lavorata e in scatola. A livelli più bassi, anche quella rossa “fresca”.

Carne rossa cancerogena come il fumo

Mangiare carne rossa può provocare il cancro, specie se lavorata.

La notizia arriva ora direttamente da un rapporto diffuso dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) di Lione, massima autorità per quanto riguardano gli studi sugli agenti cancerogeni e parte dell’Oms (l’Organizzazione Mondiale per la Sanità).

Redatto sulla base di oltre 800 studi precedenti rivolti a indagare il legame tra un’alimentazione comprensiva delle proteine animali e il cancro, questa nuova evidenza, appena pubblicata su Lancet Oncology, conferma quanto già gran parte del mondo scientifico andava raccomandando da tempo: “limitare il consumo di carne”.

Il gruppo di lavoro Iarc, composto da 22 esperti provenienti da 10 Paesi, indica come cancerogeni certi (gruppo 1, insieme a fumo, amianto, arsenico, benzene etc.) “sulla base di numerose evidenze che le legano al tumore del colon, le carni rosse lavorate, ovvero quelle salate, essiccate, fermentate, affumicate, trattate con conservanti per migliorarne il sapore e la conservazione”, spiegano gli studiosi indicando un legame anche con il tumore dello stomaco.

Il consumo di carne rossa (a cui appartengono le carni di manzo, maiale, vitello, agnello, montone, cavallo o capra) è invece inserito nella lista dei probabili cancerogeni (gruppo 2, dove si trova anche il glisofato presente nei diserbanti), “in considerazione dei numerosi e rilevanti dati che dimostrano un’associazione positiva tra carni rosse e soprattutto cancro al colon, ma anche tumori di pancreas e prostata”.

Ad alzare ulteriormente l’allarme sono le quantità associate al consumo: “Per una persona il rischio di sviluppare il cancro al colon-retto a causa del consumo di carne rimane basso, ma aumenta se si esagera con le quantità – afferma Kurt Straif, capo dell’Iarc Monigraphs  Programme -. In considerazione però del gran numero di persone che nel mondo mangiano giornalmente questo alimento, l’impatto globale sull’incidenza dei tumori è un fattore importante per la salute pubblica”, conclude lo specialista. A detta degli esperti, il rischio che aumenterebbe del 18% le possibilità del cancro colorettale è dato dal consumo di 50 grammi al giorno di carne lavorata.

La decisione dell’Oms “è un invito a tornare alla dieta mediterranea che ha dimostrato di poter diminuire il rischio di tumore”, ha commentato Carmine Pinto, presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), invitando a evitare gli allarmismi “la carne rossa va consumata nella modalità dovuta, una o due volte a settimana al massimo”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il fumo è nemico della pelle
Il fumo è nemico della pelle

Nuove ricerche dimostrano la relazione tra sigaretta e acne..

Troppi i giovanissimi fumatori: parte la campagna ''Questa non me la fumo''
Troppi i giovanissimi fumatori: parte la campagna ''Questa non me la fumo''

un libro gioco e una campagna di sensibilizzazione per informare i..

Cancro al colon: meno carne per evitarlo
Cancro al colon: meno carne per evitarlo

Attività fisica e alimentazione controllata sono il mezzo migliore di..

Fumo: un vizio che colpisce 11,8 milioni di italiani
Fumo: un vizio che colpisce 11,8 milioni di italiani

Ecco l’identikit del fumatore-tipo, stilato dall’Istituto Superiore..

Qual è il profumo adatto a te?
Test - Qual è il profumo adatto a te?

Rispondi alle domande del nostro test per scoprire l'essenza che..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..