I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Capodanno: i 13 fardelli da gettarsi alle spalle con il 2014

I consigli del nostro personal coach su tutto quanto conviene liberasi dell’anno vecchio per non danneggiare (anche) l’anno nuovo... come da migliore tradizione!

Capodanno: i 13 fardelli da gettarsi alle spalle con il 2014

L’anno nuovo è ormai alle porte. Innumerevoli sono i buoni propositi che la stragrande maggioranza di tutti noi si propone di perseguire. Tradizione vuole che a Capodanno si getti via qualsiasi cosa si abbia di vecchio, un'usanza che garantirebbe la liberazione dal male, fisico e morale, accumulato durante l’anno trascorso. Eppure, troppo spesso ci dimentichiamo di lasciare il superfluo nell’anno passato, di liberarci di quei fardelli inutili e pesanti che dannosamente rallentano il nostro percorso di crescita personale, ostacolandolo e rendendolo spesso oltremodo difficoltoso, se non addirittura invalicabile. 

E allora, prima di accogliere il 2014, ricordati di lasciare nel 2013 queste 13 cose che potrebbero danneggiare (anche) l’anno nuovo: 

 

1. L’abitudine di piangerti addosso: impara a goderti i momenti belli della vita e ad accettare quelli meno belli. Lagnarsi non ha mai prodotto alcun risultato.

2. La tendenza a svenderti: non sei un prodotto di seconda mano né un’offerta di un ipermercato. Sei un essere umano con infinite potenzialità e risorse illimitate, non dimenticarlo mai.

3. Il senso di colpa: non sei responsabile di tutti i problemi del mondo. Non puoi cambiare il mondo ma puoi fare la tua piccola ma preziosa parte e fare un’enorme differenza.

4. Il verbo “dovere”: non devi proprio niente, né tu né gli altri solo perché lo decidi tu. Cancella questa parola dal tuo vocabolario.

5. La paura di cambiare: il cambiamento è l’unica costante, accettalo, accoglilo e non intralciarlo. 

6. La paura della solitudine: è solo nella solitudine che vivi davvero te stesso, quando il silenzio è l'unica compagnia che hai. Perché, mentre il silenzio dà voce alle tue inquietudini, ai tuoi segreti, ai tuoi fantasmi, la solitudine ti rende consapevole, vigile e presente a te stesso. Può sembrare spaventoso ma -si sa- niente è mai come sembra.

7. La paura di soffrire per amore: chi ama non soffre. Soffre chi desidera possedere, soffre chi vuole manipolare, programmare, gestire, pianificare, e chi si ostina a voler capire. Chi ama sorride, sempre e comunque. Perché sa che l'amore non si possiede né si controlla. Si vive e basta. Anche solo per un attimo, ma quell'attimo dura in eterno.

8. La smania di controllare sempre tutto e tutti: non avere aspettative e lascia che gli eventi e le persone seguano il loro percorso naturale; tu segui il tuo. 

9. I ricordi: il passato è un bel posto da visitare ma non in cui vivere. Guarda avanti più che indietro: è lì che stai andando e non viceversa. 

10. L’ossessione di piacere e compiacere gli altri: c’è solo una persona a cui è imprescindibile piacere e quella persona sei tu. 

11. I paragoni: in natura non esistono. Niente è migliore o peggiore, superiore o inferiore. Tutto è, semplicemente, in armonia. 

12. La ricerca della perfezione: è il passaporto per l’infelicità. Sei imperfettamente perfetto proprio come sei e vai benissimo così. 

13. La rabbia, il rancore, l’odio: sono cancerogeni. Fa’ pace con te stesso e con gli altri, e la vita farà pace con te.

 

Buon anno!

di Alessandro Cozzolino, Personal Coach

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Quando la mamma ha un nuovo fidanzato
Quando la mamma ha un nuovo fidanzato

Presentare ai figli il nuovo compagno è una situazione delicata da..

Un nuovo principio attivo che cura l’angioedema
Un nuovo principio attivo che cura l’angioedema

È un farmaco salvavita che consente un intervento rapido in caso di crisi

Un nuovo farmaco per curare l’aritmia cardiaca
Un nuovo farmaco per curare l’aritmia cardiaca

Un principio attivo che controlla e stabilizza il ritmo del cuore

Porpora Trombocitopenica Idiopatica: disponibile un nuovo farmaco
Porpora Trombocitopenica Idiopatica: disponibile un nuovo farmaco

Eltrombopag stimola la produzione di piastrine nei malati di ITP, una..