I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La canzone romana a favore di Antea Onlus

Lunedì 20 ottobre, presso la LUISS Guido Carli di Roma, Elena Bonelli dà vita a un concerto benefico per l'Associazione impegnata a sostenere i pazienti in fase avanzata di malattia con le Cure Palliative e dignità. Aiuta anche tu con una donazione.

La canzone romana a favore di Antea Onlus

Grazie alla prestigiosa e singolare collaborazione con l’Università LUISS Guido Carli di Roma, la canzone romana entra per la prima volta in un Ateneo con il concerto “Talkoncert, Canto di vita: tra Roma e Napoli… vi racconto” che Elena Bonelli, ambasciatrice della cultura italiana e della canzone romana nel mondo, terrà lunedì 20 ottobre, alle ore 20,30, nell’Aula Magna “Mario Arcelli” a favore di Antea Associazione ONLUS.

Un’iniziativa benefica, organizzata allo scopo di sostenere l’Associazione che da oltre 27 anni garantisce assistenza gratuita 24 ore su 24, a domicilio e in Hospice, ai pazienti in fase avanzata di malattia, secondo i principi delle Cure Palliative. Un approccio questo che comprende non solo assistenza medico-infermieristica, ma anche supporto psicologico, riabilitativo, sociale, spirituale e legale, al fine di garantire la migliore qualità di vita possibile al paziente e alla la sua famiglia.

“Il concerto di Elena Bonelli – dichiara Claudia Monti, presidente di Antea Associazione ONLUS - si inserisce nel programma di raccolta fondi essenziale per proseguire la nostra attività che ad oggi ci ha permesso di assistere oltre 17mila persone e altrettante famiglie. Vi aspettiamo numerosissimi!”.

Le donazioni, e anche i biglietti per il concerto, si possono effettuare sul sito www.antea.net 

 

L’ideale di Antea

In Italia, quando si utilizza il termine “palliativo”, anche in riferimento alle cure per la persona, si pensa subito a qualcosa di “inutile”, nonostante l’Organizzazione Mondiale della Sanità indichi le Cure Palliative, già da un ventennio, come cure integrali e attive, ovvero adatte per tutte le malattie croniche ed evolutive. Non solo oncologiche in stato avanzato ma anche neurologiche, respiratorie, cardiologiche.

Rispolverando un poco le nostre origini, sul vocabolario l’etimologia di palliativo ci riporterebbe al latino “pallium”, ossia mantello, la cui semplice funzione è quella di proteggere. Questo il significato attribuito al termine anche da Antea, per la quale le Cure Palliative non sono certo sinonimo di inutile ma indicano una facoltà di protezione verso il paziente e la sua famiglia durante l’intero decorso della malattia in fase avanzata. Se già tale fine potrebbe essere sufficiente ad avvalorare l’operato di Antea (riduttiva la definizione lavoro), in verità per l’Associazione non è abbastanza: il suo impegno, infatti, è finalizzato a divulgare le Cure Palliative rendendone quanto mai migliore l’applicazione. Questo perché la sua assistenza si basa su brevi e basilari principi:

• L’accesso alle Cure Palliative è un diritto umano inviolabile che deve essere garantito ovunque si trovi la persona malata ed a prescindere dalla sua condizione sociale ed economica;

• La sofferenza e l’abbandono non devono cancellare la dignità della persona;

• I pazienti in fase avanzata di malattia sono persone con qualcosa di unico da condividere.

 

Tante le scelte portate avanti nel corso degli anni da Antea, dal non girare la faccia davanti ai problemi più seri della vita, al dedicare il tempo a chi di tempo non ne ha più. Una tra tutte merita il nostro massimo rispetto: scegliere di far tutto il possibile sorridendo, perché se le Cure Palliative vanno intese come approccio olistico e non pura e semplice terapia farmacologica, questo è quel qualcosa in più che Antea ha deciso di dare.

di Monica Bratta

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale
Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale

La sostituzione dell’enzima beta-glucosidasi acida può agire..

Trapianti in italia: migliora la qualità di vita dei pazienti
Trapianti in italia: migliora la qualità di vita dei pazienti

Quasi nove su dieci riprendono a lavorare e sono reinseriti nella vita..

Sclerosi multipla, una malattia insidiosa
Sclerosi multipla, una malattia insidiosa

Diagnosi e trattamento precoce sono importanti per garantire ai malati..

Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce

In costante aumento, oggi fa la sua comparsa prima dei cinquant’anni

Fibromialgia, una malattia invisibile
Fibromialgia, una malattia invisibile

Muscoli sempre contratti, dolori costanti, rigidità articolare e una..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?
Test - Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?

Tradizionalista convinta o pronta a provare le medicine complementari?..

Flirt da ombrellone. Quanto durerà?
Test - Flirt da ombrellone. Quanto durerà?

Le vacanze estive si sa, portano batticuori e serate romantiche… Tu..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..