I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Soft jogging sulla spiaggia: fatichi di meno e bruci di più

Riscopriamo il benessere di un corpo in movimento con il soft jogging, un programma che alterna corsa e camminata e garantisce l’effetto brucia-grassi

Soft jogging sulla spiaggia: fatichi di meno e bruci di più

L’arrivo della bella stagione è l’occasione giusta per cancellare la sensazione da motore arrugginito che ha reso i nostri muscoli poco tonici e scattanti. È adatto anche a chi non è sportiva, perché l’impegno fisico è modesto, ma prolungato. Ideale ambiente per quest’attività è la spiaggia. Il soft jogging, rispetto alla corsa tradizionale, migliora inoltre gradualmente la resistenza e non affatica le articolazioni di ginocchia e caviglie. Inoltre, smaltisce più calorie di uno sforzo breve, ma intenso. «Questo effetto continua anche dopo, quando stanche e sudate, ci rilassiamo sul divano: l’esercizio alza il metabolismo e così il corpo si abitua a consumare più energia», spiega Marilena Lizzardi, personal trainer.


Di cosa si tratta
Il soft jogging consiste nell’alternare la corsa alla camminata, ma alla fine dell’allenamento prevede 10 minuti di stretching: fatto prima scioglie i muscoli, mobilizza le articolazioni e serve come riscaldamento. Dopo, invece, favorisce il rilassamento. Ecco alcuni esercizi.
Se sentiamo il bisogno di riacquistare grinta, mettiamoci in piedi, proviamo a piegare la gamba destra, stendiamo all’indietro la sinistra. Poggiamo le due mani sul ginocchio e rimaniamo in questa posizione per un minuto. Questi movimenti servono ad allungare la muscolatura della gamba e a renderla più tonica.
Se ci sentiamo deboli, divarichiamo le gambe, agganciamo i pollici dietro la schiena e, a braccia distese, flettiamo il busto in avanti puntando gli indici più in alto possibile. Ripetiamo agganciando i pollici in senso contrario.
La nostra digestione è in tilt e l’ansia ci divora? Sedute sui talloni, appoggiamo le mani a terra dietro i piedi e solleviamo il bacino verso il soffitto piegando indietro il capo. Così ottimizzando il ritmo del respiro e i suoi effetti detox e riequilibratorii.
Per recuperare la voglia di fare e dare sprint alle difese, sediamoci a caviglie incrociate, ginocchia divaricate, mettiamo le braccia conserte. Poi appoggiamo gli avambracci sulle cosce, allungando i palmi delle mani e rovesciandoli in fuori. Proviamo, ora, ad abbassare il busto sulle gambe incrociate. Rifacciamo invertendo la posizione.

 

Meno fatica, più tono
«Questa pratica sportiva, poi, non tonifica solo i muscoli delle gambe, ma anche quelli di addome, glutei e fianchi. E stimola la produzione di cortisolo, uno degli ormoni responsabili del consumo degli acidi grassi e favorisce la secrezione di endorfine, le sostanze che aumentano la tolleranza alla fatica e fanno sentire più in forma e felici. Sopportando meglio gli sforzi si è più motivate a raggiungere il proprio obiettivo, che è quello di diventare più snelle e sentirsi in forma », spiega Marilena Lizzardi. Importante, comunque, alternare 5 minuti di corsa a 10 di camminata, nei primi giorni. Poi nelle settimane successive bisogna invertire questi numeri facendo 10 minuti di corsa e 5 di camminata. Lo scopo? Entro un mese riuscire a correre per 30 minuti. L’obiettivo non è difficile da raggiungere: è sufficiente un allenamento di tre giorni la settimana, intervallati da uno di riposo e da una giornata dedicata a un’altra attività sportiva. Un’avvertenza: importante prima e dopo l’allenamento fare un po’ di riscaldamento con gli esercizi di stretching. Questo esercizio contribuisce a smaltire i rotolini di grasso senza stress e a migliorare l’attività respiratoria così da avere meno fiatone durante la corsa.

di Annalisa Bacci (con la consulenza di Marilena Lizzardi, personal trainer)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
High-Intensity: il nuovo modo di allenarsi è più intenso e più veloce
High-Intensity: il nuovo modo di allenarsi è più intenso e più veloce

Basta scuse! Non servono più ore di fatica per mantenersi in forma

L’allenamento pliometrico piace a Cameron Diaz
L’allenamento pliometrico piace a Cameron Diaz

Esercizi che permettono di migliorare la velocità, la forza e la potenza..

Suspension Ride, a prova di gravità
Suspension Ride, a prova di gravità

È la novità made in USA nel campo dell'allenamento ''in sospensione''

Fai il pieno di vitamina D, indispensabile per la salute delle ossa
Fai il pieno di vitamina D, indispensabile per la salute delle ossa

Stare all’aria aperta ed esporsi alla luce permette all’organismo di..

Fitness express: in forma in 30 minuti
Fitness express: in forma in 30 minuti

Basta mezz’ora al giorno per mantenere tonica la tua muscolatura