I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Come staccare la spina con la digital detox

I suggerimenti dell’esperta per fare il pieno di benessere con una pausa dalle nuove tecnologie. I segnali da riconoscere in chi è sempre iperconnesso e le regole per mettere in pratica la dieta digitale necessaria per rilassarsi, almeno in vacanza...

No pagePagina successiva
Come staccare la spina con la digital detox

Con la consulenza della dott.ssa Maria Beatrice Toro, psicologa e psicoterapeuta

 

Iperconnesso sempre, ovunque e comunque. Alzi la mano chi non lo è. In  ogni luogo e in ogni circostanza smanettiamo su tablet, smartphone e telefonini. Controlliamo la mail,  cerchiamo su internet tutto ciò che ci serve mentre nel frattempo sui social controlliamo il nostro profilo e postiamo post e foto. Rinunciarvi oramai sembra quasi impossibile. Nell’era di internet tutto è a portata di touch. Dal libro da leggere al viaggio da prenotare, o all’ultimo acquisto da fare.

Ma siamo sicuri di non lasciarci troppo sopraffare dalle nuove tecnologie?

 “La tecnologia - ci spiega la dott.ssa Maria Beatrice Toro, psicologa e psicoterapeuta - ci intrattiene e ci tiene lontani da molte situazioni in cui ci possiamo sentire sotto esame, ci consente di controllare l’altro senza essere visti, ma esige di pagare un prezzo, ovvero la distanza da chi ci è accanto. Se non si stacca mai, non si ha più modo di vivere la naturale affettività. Bisogna considerare, infatti, che il contatto diretto consente un coinvolgimento più completo e nutre l’affettività in modo maggiore. È fondamentale, allora, fermarsi e togliersi la corazza dell’immagine che abbiamo costruito, avvicinarci alle cose della vita senza maschera e prendere tutto il bene e tutto il male che ne derivano. All’inizio può essere faticoso, ma ne vale la pena”.

L’iperconnettività, poi,  può avere delle conseguenze per la nostra salute psicofisica. “Avvertiamo - ci spiega  la dottoressa Toro - uno stato di tensione continua, come se fossimo perennemente allarmati, all’erta, senza riuscire a riposare la mente e il cuore, che palpita in sincrono con le immagini e i suoni digitali. La mente diventa sovraccarica e incapace di prestare quell’attenzione intensa sostenuta che serve a capire davvero la realtà di ciò che accade dentro e fuori di noi. Il sistema nervoso diventa reattivo, ci irritiamo per un nonnulla, andiamo in ansia se non c’è campo. Ciò alla lunga è logorante e impedisce di cogliere il momento presente: siamo sempre con il cuore altrove”.  

 

La soluzione? Seguire la digital detox

 Si tratta di una pausa per un certo periodo di tempo da internet, PC e telefonino. Non importa se per poche ore, un giorno o per una settimana intera. La parola d’ordine è staccare la spina o meglio il Wi-Fi, rilassarsi e ricaricarsi. Un buon motivo? Giova al nostro benessere.  “La digital detox - ci spiega la dottoressa - ci consente di riprendere possesso di parti di noi assopite e di risvegliarci alla presenza di tutto ciò che lo schermo di un PC non può contenere”.

 

Dieta Digitale, necessaria se…

  • Sobbalziamo ogni volta che squilla il cellulare;
  • Abbiamo paura di quello che arriva nella casella della mail;
  • Stiamo attaccati ossessivamente al PC a fantasticare, in attesa di un messaggio che non arriva;
  • Usiamo il telefonino come un confine invisibile che ci separa dalle persone che abbiamo accanto;
  • Ci basta il virtuale per non sentirci soli.

 

Disintossicati dalle nuove tecnologie

  1. Non pretendere che gli altri siano sempre accessibili e, se non rispondono a un messaggio, aspettare che ci contattino loro: è la salutare regola della reciprocità.
  2.  Se qualcuno pretende che teniamo il telefonino sempre acceso, diciamo un no gentile ma fermo. È una questione di rispetto.
  3. Quando vogliamo avere un’informazione chiediamola direttamente invece di ricercare le tracce digitali: se ci interessa qualcuno al massimo diamo un’occhiata alla bacheca face book, ma senza risalire ai post vecchi di secoli. Si deve guardare solo quello che ci compare, oppure chiediamo direttamente.
  4. Dedichiamo un po’ di tempo a un’attività fisica: palestra, camminata, bicicletta, ma anche una nuotata al mare o una gita in moto. Il corpo ha bisogno di stimoli.
  5. Organizziamo una pizza in un posto dove il cellulare non prende e apriamo il cuore a tutto ciò che arriva dall’esterno e dagli altri.
  6. Possiamo resistere all’impulso di controllare il telefonino, ricordandoci che se qualcuno ci cerca veramente, riproverà a chiamarci. Per iniziare inauguriamo una “happy hour” quotidiana durante la quale il telefono resta silenzioso. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

Il bacio virtuale viaggia sul web
Il bacio virtuale viaggia sul web

I giapponesi hanno inventato il “Kiss Transmission Device”, un..

La dipendenza da internet colpisce soprattutto gli uomini
La dipendenza da internet colpisce soprattutto gli uomini

Sempre più donne lamentano la dipendenza del proprio partner dal web, ma..

Gioca a stare in salute con l’Iphone
Gioca a stare in salute con l’Iphone

Un gioco dell’oca virtuale per saperne di più su salute e benessere...

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..