I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali

Traumi, postura scorretta e contratture: la cervicalgia comincia da lì. Scoprite come curarla con terapie manuali, zenzero e altre piante

No pagePagina successiva
Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali

È un disturbo che si fa sentire anche in estate quando aria condizionata, capelli bagnati, sbalzi di temperatura ne favoriscono la comparsa: stiamo parlando della cosiddetta cervicalgia, di cui soffrono 7 persone su 10. Abbiamo affrontato l’argomento con il dottor Franco Russo, specialista in fisioterapia e terapista della riabilitazione, che oltre a spiegare da cosa nasce il dolore alla cervicale, suggerisce quali siano le terapie manuali con effetto sedativo sul dolore. “Il dolore cervicale – spiega Russo – comprende la parte posteriore della testa (formata da 7 vertebre, quelle che sostengono il capo e ne permettono i movimenti sui vari piani) e si diffonde dalla base della nuca fino all’altezza delle spalle. In alcuni casi può protrarsi fino alle dita della mano. I dolori possono essere di tipo osseo, nervoso, muscolare oppure interessare i legamenti.

 

Le cause del dolore:

  • stress determinato da un incidente (come un tamponamento) che provoca il cosiddetto “colpo di frusta”, il quale può trasformarsi in una vera e propria patologia
  • vari traumi o malattie croniche (come scoliosi od osteoporosi): in questi casi sarà lo specialista a indicare la cura più adatta
  • posizioni sbagliate assunte durante la giornata (lavori sedentari, uso prolungato del computer), o nella notte (serrare i denti durante il sonno)
  • carico eccessivo di pesi o stress e tensioni portano ad assumere posizioni rigide e contratte proprio nella zona cervicale
  • quando invece la causa è da attribuirsi a contratture muscolari, vizi posturali o tensioni miotensive (provocate da stress emotivo o posturale), il fisioterapista può valutare le terapie manuali correlate all’uso di strumenti elettromedicali (laserterapia, elettroterapia, tecarterapia). Ma l’importante è puntare al riordino posturale attraverso il rinforzo della muscolatura con esercizi mirati per decontrarre le tensioni e favorire tutti i movimenti delle articolazioni cervicoscapolari (collo e spalle).

 

Le terapie manuali:

  • la chinesiterapia: vengono eseguiti sul paziente movimenti mirati all'allungamento e allo stretching muscolare per contrastare contratture e tensioni.
  • con il “pompage” (un tipo di allungamento muscolare) si eseguono manovre dolci sul tratto cervicale per alleviare dolori e contratture, nonché manovre craniosacrali e viscerali.
  • le tecniche osteopatiche sulla zona cranio sacrale (testa e tutta la schiena) e viscerale, hanno lo scopo di calmare l'ansia e le emozioni da cui molte contratture dipendono.