I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute

Il rischio è quello di farsi male, perché i muscoli non sono abbastanza riscaldati. Meglio “diluire” l’esercizio in settimana

Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute

Riuscite a trovare il tempo per alzarvi dalla scrivania e fare un po’ di sport solo nel fine settimana? Allora anche voi fate parte della schiera dei “guerrieri del weekend”, come li chiamano gli esperti dell’Università di Berkeley, che hanno analizzato i benefici dell’attività fisica “concentrata” in uno o due giorni. Camminare, andare in bicicletta o nuotare solo il sabato e la domenica è abbastanza per mantenersi in forma?

I ricercatori dell’Harvard Alumni Health Study hanno esaminato un gruppo di “sportivi del weekend”, che bruciano solo mille calorie la settimana, tutte in uno o due giorni. Il risultato: rispetto ai coetanei completamente sedentari, vivono più a lungo. Con un’eccezione: quelli con almeno un fattore di rischio per malattie cardiache (pressione alta, colesterolo alto, fumo). Per loro, l’aspettativa di vita rimane identica a quella dei “sedentari”. Meglio di tutti, quelli che bruciano almeno 2 mila calorie la settimana, allenandosi tutti i giorni o quasi.

Il problema dello sport “occasionaleè che il rischio di lesioni è maggiore, soprattutto se le attività sono intense: non sempre i muscoli riescono, in poco tempo, ad adattarsi alle sollecitazioni. Ad esempio, giocare intensamente a tennis, ma solo una volta la settimana, potrebbe lasciarvi doloranti e indolenziti, e scoraggiarvi a riprovarci per un po’ di tempo.

Gli studiosi di Berkeley consigliano di trovare il tempo per fare sport durante la settimana, e non di concentrarlo solo nei fine settimana. Ma, se proprio non riuscite a farlo, almeno non intensificate troppo l’esercizio, assicuratevi che le vostre tecniche siano corrette e dotatevi dell’equipaggiamento adatto.

di Monica Coviello