I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Combattere il caldo senza condizionatore

Alcuni consigli eco-compatibili per combattere l’afa senza ricorrere all’installazione o utilizzo di un condizionatore d’aria.

Combattere il caldo senza condizionatore

Nelle ultime settimane molte città italiane sono state strette nella morsa dell'afa. Per difendersi dal caldo, però, non tutti hanno a disposizione un condizionatore (costo medio dai 1000 ai 1500 euro), il cui utilizzo rimane sì il modo migliore per rinfrescare la casa, ma non è molto amico dell'ambiente..

 

La prima mossa che puoi fare è originare "gallerie del vento casalingo": apri le finestre nelle ore serali, in modo tale da creare correnti d'aria fra una stanza e l'altra. Se l'esposizione della casa non lo consente, puoi essere tu stessa a creare artificialmente flussi d'aria con un ventilatore.

Durante il giorno tieni finestre chiuse e tapparelle abbassate, in modo da mantenere la temperatura negli ambienti interni. Riaprile solo quando il sole comincia a calare e lasciate pure spalancate fino a quando non andrai a dormire.

Installa alle finestre delle tende bianche, in modo che riflettano il calore, allontanandolo.

 

Un ventilatore da soffitto può rappresentare un buon investimento. Può abbassare la temperatura di una camera di 6 o 7 gradi, e inciderà sulla tua bolletta meno di 8 euro al mese se lo tieni acceso anche 12 ore al giorno. I ventilatori da soffitto sono la scelta migliore, ma anche un buon ventilatore portatile può essere molto efficace. In questo caso, per ottimizzarne il rendimento,  puoi azionarlo accanto a bottiglie piene di ghiaccio. Piccoli movimenti dell’aria possono abbassare la temperatura di una camera di 3-4 gradi.

 

Sostituisci le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo energetico o al neon: producono la stessa luce ma consumano un quinto dell’energia.

Accertati che computer, televisore e tutti gli apparecchi elettronici non essenziali siano sempre spenti e scollegati nelle ore notturne. Non solo perché questo comporta un grande risparmio energetico ma soprattutto per ridurre il calore sprigionato da questi apparecchi anche quando sono solo in posizione di stand-by. Cerca di evitare attività che producono calore, come cucinare usando il forno, nei giorni più caldi o durante le ore più calde della giornata. Quando lo fai, utilizza l’aspiratore per far uscire l’aria calda dalla casa.

 

Se hai la fortuna di avere lo spazio, realizza una barriera verde piantando alberi e rampicanti di fronte alla facciata sud o ovest dell'abitazione. Ad esempio, anche solo tre alberi piantati nella maniera corretta attorno alla casa, possono farti risparmiare sulle spese per il riscaldamento e l’aria condizionata, una somma compresa tra 60 e 150 euro all’anno. La temperatura dell’aria è 3-6 gradi inferiore nei quartieri ricchi di alberi. Se il solaio lo consente, progetta una copertura a verde pensile.

 

Quando proprio in casa non si respira prova ad appendere un asciugamano o un lenzuolo bagnato davanti alla finestra aperta. È' uno stratagemma che si rivela utile soprattutto quando l’aria all’esterno è più fresca e più secca rispetto a quella che si trova all’interno della casa, come capita ad esempio di sera. Grazie all’acqua che evapora dall’asciugamano, entra in casa aria più fresca.

di Antonio Murzio

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Gravidanza vs caldo: vince il buon senso

Ecco i problemi più comuni indotti dal caldo estivo, con qualche pratico..

Consigli per un ''caldo'' Natale

Per lui il, il pacchetto regalo più bello da scartare... sei tu! Scopri..

Vacanze: scegli la meta più adatta per rigenerarti

Qualunque sia la località che hai scelto, i benefici per la salute non..