I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Una pelle da favola

Disidratazione e prurito cutaneo si combattono in squadra: scegli i prodotti giusti e porta in tavola i semi di lino

No pagePagina successiva
Una pelle da favola

Con la consulenza della dott.ssa PUCCI ROMANO, presidente Skineco www.skineco.org autrice del libro “Un’amica per la pelle” (Giunti Editore).

L’inverno può mettere a dura prova la barriera idrolipidica della nostra cute, rendendola più secca e disidratata del solito. “Questo perché la pelle non è soltanto un semplice involucro del corpo, come vuole l’immaginario corrente – spiega la dottoressa Pucci Romano –. È un vero e proprio organo. Pertanto, anche le sue funzionalità sono dipendenti dai cambiamenti climatici: come la crescita dei capelli o delle unghie è più rallentata durante l’inverno, anche la pelle si adatta alla stagione. Durante i periodi caratterizzati da freddo, vento, poca luce solare, il normale ricambio cellulare rallenta con conseguente ‘fuga’ dell’acqua dalla barriera cornea anche e soprattutto per una modificazione dei lipidi cutanei, sia in quantità che in qualità”. Così la pelle appare disidratata e spesso pruriginosa. Le soluzioni? La giusta scelta di detergenti e creme, accanto a una corretta alimentazione, possono venirci in aiuto. “Esistono 2 tipi di pelle secca: quella costituzionale, con la quale si nasce, e quella che diventa secca per svariate motivazioni”.

 

Occhio a questi sintomi

Avere la pelle secca non è solo un inestetismo, perché può essere causata anche da qualche patologia. “Sono molteplici i fattori che possono disidratare una pelle normale grassa o sensibile: può accadere, per esempio, a causa di alcune malattie metaboliche, come quelle che interessano la tiroide, o di certi disordini ormonali; a chi soffre di acne in seguito a trattamenti estremamente sgrassanti. Così come l’uso abituale di farmaci cortisonici, antinfiammatori, antidiabetici e antibiotici possono interferire con il metabolismo cutaneo e favorire l’insorgenza della secchezza” spiega la dottoressa Romano. “Altre patologie, come la dermatite atopica o la psoriasi, per esempio, hanno proprio nella secchezza la loro espressione clinica caratteristica. Le alterazioni biochimiche strutturali a carico dello strato corneo – continua – minano la funzione di barriera della pelle, creando delle falle con vere proprie perdite di componenti importanti e necessari. Come le ceramidi, dette anche ‘cemento dello stato corneo’, e producendo un indebolimento che predispone alle dermatiti. Ma attenzione, se la secchezza non è trattata e mitigata, anche individuando e – possibilmente – eliminando le cause che l’hanno favorita, le patologie peggiorano sensibilmente”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (2/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Provato per voi: Crema Protettiva Idratante 24h Garnier
Provato per voi: Crema Protettiva Idratante 24h Garnier

Una formula bio che unisce la tecnologia Garnier alla sicurezza..

Non c’è trucco, non c’è inganno…
Non c’è trucco, non c’è inganno…

Crema o latte? Scegli il detergente giusto per il tuo tipo di pelle

Sfatiamo i luoghi comuni sui prodotti per la pulizia e la cura della pelle
Sfatiamo i luoghi comuni sui prodotti per la pulizia e la cura della pelle

Latte detergente, tonico, idratante: sicure di avere le idee chiare?