I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Trattamenti per gambe seducenti

Ridurre gli inestetismi più comuni nelle gambe è possibile, grazie a metodi efficaci e poco invasivi. Anche la prevenzione però è fondamentale...

No pagePagina successiva
Trattamenti per gambe seducenti

Molti dei problemi estetici delle gambe nascono da un’alterazione dei vasi sanguigni e da un ristagno di liquidi nei tessuti. "Le cattive abitudini alimentari, l’ereditarietà, la vita sedentaria, la pillola anticoncezionale e il fumo contribuiscono a creare uno stato di fragilità capillare e un aumento della ritenzione idrica", spiega il dottor Giacomo Rainero, esperto in chirurgia estetica morfodinamica. "Tenendo sotto controllo i fattori di rischio si può limitare l’insorgere di problemi. Basta cominciare presto con una prevenzione a 360 gradi, nel momento in cui ci si rende conto di essere a rischio". Come? Per esempio osservando le gambe dei genitori si può sapere che cosa ci aspetta.

 

I primi interventi
Il linfodrenaggio manuale, molto meglio di quello meccanico (tipo Endermologie) ogni quindici giorni, o meglio uno a settimana, soprattutto nei mesi caldi migliora la circolazione e scioglie i primi accumuli di cellulite. Anche indossare abitualmente collant elastici a compressione graduata è utile per evitare il ristagno sanguigno. Ce ne sono di ottimi in farmacia e oggi i modelli non sembrano più le calze della nonna! Consigliabili infine, integratori vaso protettori a base di estratti di mirtillo.

 

Contro i problemi vascolari
Sclerosanti o laser anti capillari Se si tratta di un’insufficienza venosa o di varici, è bene rivolgersi a un flebologo per una diagnosi approfondita. Se si tratta soltanto di capillari, invece, sono consigliate la laserterapia (transdermica o intravascolare con fibre ottiche) e la scleroterapia. Quest’ultima consiste nell’iniettare, con un ago minuscolo, speciali soluzioni che chiudono i capillari. La luce del laser, invece, agisce sull’emoglobina presente nel sangue e si trasforma in calore, che provoca la "contrazione" dei vasi sanguigni. Ecco i costi: per le sclerosanti si spende tra 50 euro e 80 euro a seduta, mentre per il laser si va da 150 euro a 400 euro a volta.

 

Gli effetti visibili
Una volta che c’è un danno vascolare, cosa succede? Un effetto domino da non sottovalutare: si creano gonfiori, compaiono gli odiosi capillari (nei casi più gravi, anche le varici), diminuisce l’elasticità cutanea e compare la pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, meglio conosciuta con il nome di cellulite. Un discorso diverso vale per gli accumuli adiposi. Per una questione di peculiarità anatomiche e ormonali, nelle donne sono frequenti le "culottes de cheval" o "cuscinetti" (ma ognuna di noi li chiama in modo diverso, vero?) che, tecnicamente, altro non sono se non grasso localizzato. Negli uomini, invece, compare sull’addome e attorno alla vita.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento