I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Le ultime frontiere per avere denti perfetti

Denti bianchi, allineati e in salute sono il sinonimo di benessere orale. Vediamo quali sono gli strumenti moderni per migliorare l'estetica del sorriso

Le ultime frontiere per avere denti perfetti

Ce ne parla la dottoressa Eleonora Marzaduri, dentista medico chirurgo esperta di adulti e bambini.


Cosa può fare un dentista per migliorare un sorriso?

"Possiamo sbiancare i denti, riallinearli, cambiare la forma anche di un singolo dente, modificare il contorno delle gengive, l’assimetria del sorriso. Rispetto agli anni passati, oggi abbiamo a disposizione tanti nuovi strumenti:

- Nuovi materiali, assolutamente biocompatibili che offrono una qualità estetica eccellente. Questo ci permette di ricostruire "denti finti", identici a quelli naturali e mantenere questa qualità estetica nel tempo. Mi riferisco alle nuove capsule in zirconia o allumina, che hanno sostituito le capsule in oro porcellana che si facevano una volta. La zirconia e l’allumina sono metalli bianchi e, con il passare degli anni (quando si ritirano le gengive), non lasciano trasparire quel bordo di metallo nero che si evidenziava con le capsule in oro porcellana.

- Abbiamo poi dei programmi computerizzati che consentono, una volta prelevati i modelli dei vari denti, le fotografie e le radiografie, di studiare insieme ad una equipe di specialisti (odontotecnici, ortodontisti, chirurghi...) gli inestetismi da correggere. Basandoci sui parametri estetici di riferimento (linea del sorriso, lunghezza dei denti, altezza delle gengive, occlusione...) possiamo proporre la terapia più adatta.

-

Le ultime frontiere per avere denti perfetti
La d.ssa Eleonora Marzaduri

Come assicurarsi del risultato estetico? se i nuovi denti piaceranno davvero alla paziente?

"Il paziente, può vedere direttamente sul monitor quello che sarà il risultato finale, diventa parte attiva: potrà spiegare meglio le sue esigenze e capire se la terapia proposta soddisfa le sue aspettative perché può vedere il risultato finale prima ancora di iniziare la cura. La tecnologia ha migliorato anche la qualità delle sedute dentistiche per il paziente: per esempio, la tradizionale presa d’impronta viene sostituita con degli scanner intraorali che rielaborano al computer l’immagine e ne riproducono in laboratorio il modello 3D in poliuretano. Queste tecnologie potrebbero far pensare che il nostro lavoro sia ormai standardizzato ma in realtà è il dentista, con la sua sensibilità estetica ed  esperienza a ridare a quel determinato sorriso la giusta armonia."

di Angelica Amodei

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento