I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Oltre le gambe c’è di più….il collant!

Le donne amano curare i particolari, e anche “vestire” le proprie gambe scegliendo tra collant classici, velatissime o coprenti, audaci autoreggenti magari in pizzo; per la donna sportiva, comodi e colorati

Oltre le gambe c’è di più….il collant!

Le donne da sempre si distinguono dagli uomini non solo per fattori emotivi ed esistenziali, ma anche e soprattutto per lo stile, l’utilizzo di particolari capi d’abbigliamento e per la cura quasi "maniacale" che hanno di se stesse e del loro corpo. Indosso a un uomo non vedremo mai una minigonna o un reggiseno, e in questo caso, neanche un paio di collant, l’indumento di biancheria intima femminile che non ha come proposito il nascondere gambe e piedi, ma anzi, di esaltarne e valorizzarne le forme.

Di calze e collant ne esistono di diversi tipi e per tutte le "gambe": classiche, riposanti, modellanti, coprenti, a gambaletto (sotto il ginocchio, all’altezza del polpaccio), leggins, a rete, aperti in alcuni punti per dare un tocco di erotismo a chi le indossa, autoreggenti che possono star su grazie ad una fascia siliconata, elasticizzate, a reggicalze, giarrettiere o guepiere.

Tra le altre tipologie, ecco le Cuban-Heel, calze con l'area punto che sopporta il tallone, rinforzate con tessuto ripiegato e ricucito su sé stesso; le Demi-Toe (ovvero "mezzo dito") che hanno la parte per un dito rinforzata con metà della copertura sotto e sopra. Questo rinforzo copre soltanto la punta delle dita invece dell'intero dito (modelli che possono anche avere un’area del tallone rinforzata). Esistono poi le Sandalfoot, calze senza rinforzo al tallone o alle dita, esteticamente migliori se indossate sotto i sandali. Senza alcuna cucitura ci sono le Seamless e poi ancora le Knee-Highs, che terminano all'altezza del ginocchio o appena sopra di esso. Infine, le Thigh-Highs, che terminano a metà coscia e le parigine, che arrivano a ricoprire non oltre il ginocchio.

 

Collant per ogni occasione, anche per essere sexy
Le calze rispecchiano molto la personalità di una donna. C’è quella che vuole nascondere la pelle a buccia d’arancia o la pelle troppo chiara ed utilizza calze coprenti di colore scuro, c’è la donna fantasiosa che giocano con i colori e i disegni, la romantica che si affida a collant autoreggenti velatissime, di colore chiaro, magari impreziosite dal pizzo, molto leggere e 100% nylon. Per le più audaci cambiano i colori: il nero e il rosso sono perfetti per un look accattivante e sensuale. Quanti uomini vorrebbero vedere la propria donna, in una serata speciale, vestire collant velatissimi, neri e con la riga posteriore in stile burlesque dal look sexy e accattivante? Un particolare in più per la femminilità di ogni donna che vuole giocare e sedurre  il proprio uomo anche con questi particolari: il colore che traspare al nudo, le calze velatissime da indossare con un reggicalze semplice, una guepiere o un abitino completo di reggicalze… gli faranno girare la testa!

 

Dal Nylon alla Lycra
Il primo vero collant in nylon fu inventato da Allen Grant Sr. nel 1959, e nel decennio successivo venne lanciato l’elastarm lycra, una fibra che unita al nylon nella fabbricazione dei collant, dona elasticità e aderenza. Il collant di nylon pertanto, risulta velato, più trasparente, meno voluminoso ma anche meno aderente alla gamba, mentre quello in lycra è elasticizzato, consente un’aderenza impeccabile su ogni gamba ed è più resistente. Inoltre, i collant si differenziano non solo per la fibra e il modello ma anche per i "denari" (corrispondenti al peso in grammi di 9.000 metri di filo utilizzati per la fabbricazione dei collant). Più i denari sono bassi, più i collant risultano trasparenti; se il valore si alza, la calza diventa meno trasparente e più resistente.

 

Collant per nascondere i difetti
È un capo d’abbigliamento seducente, avvolgente e per certi versi anche "modellante", in quanto permette di mascherare, nascondere e persino correggere alcuni difetti fisici. Sono i cosiddetti "collant tecnici", che permettono di rendere più armoniose le gambe, coprendone i difetti al punto giusto e donando alla gamba un effetto di snellezza. Per le gambe sempre in movimento esistono i collanti “riposanti”, a compressione graduata, che possono avere un effetto snellente o essere in grado di "sollevare" anche il gluteo meno sodo. In quest’ultimo caso, però, la calza sarà meno flessibile e provocherà più compressione. La femminilità di una donna emerge da tanti fattori e anche le gambe fanno la loro parte e per ogni donna, da quella elegante a quella che vuole essere sportiva o comoda, esiste il collant giusto. Per scegliere al meglio quali calze indossare è necessario ricordare che:

Le calze si scelgono in base alle scarpe; ad esempio, per scarpe invernali o sportive è meglio una calza grossa. A scarpe scure corrisponde la calza scura ed è sempre meglio scegliere il colore della calza che più si avvicina a quello delle scarpe.

Più le scarpe sono eleganti, meno denari dovranno avere le calze; ad esempio, se si indossano decollete, la calza adatta è velata (15 - 20 denari o anche meno). Per un’occasione importante si possono anche scegliere calze di seta e, se non si hanno gambe perfette, il collant coprente sui 70 denari farà comunque la sua bella figura.

Infine, è necessario fare attenzione anche alla fantasia e al colore giusto: per un effetto slanciante sono consigliate le fantasie a linea verticale, evitando i colori troppo appariscenti, come il fucsia o il verde e le linee orizzontali. Per chi ha una caviglia sottile e polpacci pronunciati, è indicata la fantasia a righe. Se l’indecisione ci permette di scegliere con lucidità, andate sul sicuro puntando tutto sul nero, ovviamente evitando di calzare una scarpa chiara.

 

Qualche consiglio per "non rompere le calze"
Una volta scelte, indossiamole con cura per evitare che si sfilino, arrotolandole per farle scorrere dalla punta dei piedi fin sulle gambe. È bene sempre fare attenzione alle scarpe con chiodini, etichette o cuciture che potrebbero danneggiarle. Per quanto riguarda il lavaggio, sarebbe meglio fare a mano, ma se si decide di lavare i collant in lavatrice è bene avvolgerle in un panno o tessuto, non superare i 40° e impostare un programma breve e senza centrifuga.

di Simona Rombaga

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Sotto il vestito… un intimo “speciale”

Torna di moda l’underwear contenitivo: i mutandoni della nonna..

Le gambe delle donne

Riscaldamento, tacchi alti, calze pesanti possono causare gonfiore e..

Caviglie grosse? La soluzione esiste

Se le vostre caviglie non sono proprio come quelle di Julia Roberts..

La candidosi, un disturbo molto frequente

Un’infezione micotica che interessa 3 donne su 4

Ti sei ammalata proprio a Natale? 5 consigli per guarire in fretta

Ecco una serie di rimedi ad hoc per rimetterti in piedi in tempo per le..