I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Trucco semipermanente, quali sono i pro e i contro

Si chiama anche tatuaggio estetico e la pigmentazione dura almeno un anno

No pagePagina successiva
Trucco semipermanente, quali sono i pro e i contro

Ogni mattina, quanto tempo passiamo a truccarci? Ecco, per il trucco semipermanente, il nome tecnico è micropigmentazione, ci vuole un po’ di più, ma il risultato rimane sul viso per molto tempo. Mica male, vero? Certo, prima di fare una scelta così radicale è necessario sapere tutto, per filo e per segno, su questa tecnica.

 

Che cos’è?

Il trucco permanente è molto simile al tatuaggio e consiste nell’introdurre pigmenti colorati nel primo strato del derma, per disegnare labbra, occhi e sopracciglia, creando un effetto make up ben definito e, soprattutto, durevole.

Le principali differenze con il tatuaggio riguardano le tecniche di applicazione, che sono meno invasive, la profondità di deposito dei pigmenti e la loro composizione: sono pigmenti micronizzati, purissimi e naturali. Assolutamente biocompatibili, ipoallergenici, sono adatti anche per pelli sensibili e devono essere certificati secondo le normative europee.

 

Dove è possibile intervenire

In genere le zone più richieste sono le sopracciglia, le labbra e l’eyeliner, ma si può intervenire positivamente anche per correggere difetti come l’areola del capezzolo nel caso di asimmetrie, oppure per mimetizzare l’alopecia negli uomini.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento