I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini e ragazzi con autismo: il 50% ha un ritardo cognitivo

In occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, celebrata oggi, giovedì 2 aprile, al Bambino Gesù di Roma un convegno tratta i temi della patologia: diffusione, natura, diagnosi precoce e cure efficaci.

Bambini e ragazzi con autismo: il 50% ha un ritardo cognitivo

Oggi, giovedì 2 aprile 2015, la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo si celebra al Bambino Gesù di Roma con un convegno organizzato dal reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Pediatrico, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Associazione nazionale genitori di soggetti autistici (Angsa).

 

Temi cardine del convegno:

  • La diffusione dell’autismo nel mondo,
  • La natura biologica
  • I progressi delle conoscenze per una diagnosi precoce e cure efficaci.

L’autismo e i disturbi dello spettro autistico (DSA) hanno un’origine biologica e sono caratterizzati da una organizzazione atipica di alcune aree del cervello. Questa patologia del neurosviluppo rappresenta una vera emergenza sociale: 1 bambino ogni 68, infatti, secondo gli ultimi studi, presenta un disturbo generalizzato dello spettro autistico. L’esordio è precoce - fra i 14 e i 28 mesi - e dura per tutta la vita. Circa il 50% dei bambini e ragazzi con autismo ha un ritardo cognitivo. Le persone autistiche presentano una particolare attenzione per alcuni stimoli sensoriali, per le luci, hanno una predisposizione a comportamenti ripetitivi e a routine rigide, ma anche una scarsa attenzione alla socialità. L’autismo, infatti, compromette la capacità di una persona di interagire e di comunicare con gli altri. L’intervento precoce è fondamentale: équipe specializzate e multidisciplinari oggi sono in grado di fare diagnosi già a 2-3 anni, a 4 nelle situazioni maggiormente complesse, per poi adottare il trattamento più idoneo caso per caso.

 

Monsignor Jean-Marie Mate Musivi Mupendawatu, segretario del Pontificio Consiglio per gli operatori sanitari, approfondirà il tema della giornata attraverso le raccomandazioni emerse in occasione della XXIX conferenza internazionale sull'Autismo del Pontifico Consiglio per gli operatori sanitari del novembre scorso in Vaticano. Seguiranno gli interventi degli specialisti del Bambino Gesù, tra cui il dott. Giovanni Valeri, neuropsichiatra del Bambino Gesù, che racconterà l’esperienza dell’Ospedale Pediatrico della Santa Sede in Giordania con un progetto dedicato all’autismo e del prof. Giacomo Vivanti dell’Università La Trobe, Melbourne, sul tema autismo e apprendimento.

Il convegno si svolgerà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Regione Lazio e Roma Capitale. L’evento è realizzato in collaborazione con Fondazione Telecom Italia, AIRA (Associazione italiana ricerca autismo), Associazione Progetto Aita e Associazione Una Breccia nel Muro.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito
Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito

Una diagnosi precoce e la terapia comportamentale possono aumentare le..

“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Un’alterazione del DNA all’origine dell’iperattività dei bambini
Un’alterazione del DNA all’origine dell’iperattività dei bambini

Risiede in un cromosoma la causa del disturbo da deficit di attenzione

Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali
Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali

Traumi, postura scorretta e contratture: la cervicalgia comincia da lì...

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..