I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini con traumi e lesioni cerebrali: parte un nuovo servizio di assistenza

Grazie alla decennale esperienza di ProgettAzione, da oggi è possibile contare su un nuovo supporto per il reinserimento sociale dei bambini e dei giovani cerebrolesi.

Bambini con traumi e lesioni cerebrali: parte un nuovo servizio di assistenza

Il trauma cranico infantile rappresenta una delle più importanti cause di mortalità nell’età pediatrica e uno dei più frequenti e importanti aspetti dell’attività dei Pronto Soccorso pediatrici. Per comprenderne la gravità, basti pensare che solo per gli incidenti stradali si registra il 9% dei decessi nella fascia 1-5 anni, percentuale che arriva al 22% tra i 5 e i 14 anni.

Se dal punto di vista sanitario le eccellenze in Italia non mancano, con la disponibilità di “Centri di altissima specializzazione che seguono il minore e la famiglia nella fase acuta e post-acuta e del follow-up medico-sanitario, invece, dal punto di vista ‘sociale’ è difficile avere un supporto specialistico per questi casi”, dichiara Alvaro Bozzolo, Presidente di ProgettAzione, da oltre 16 anni al servizio di adulti che hanno subito danni al cervello per incidenti o malattie. È proprio da questa precedente esperienza, che da oggi la Cooperativa Sociale ONLUS si mette al servizio dei più piccoli con lo stesso tipo di problema offrendo attività di riabilitazione utili per il reinserimento a scuola e in società.

In particolare l’attività di ProgettAzione, che in questo progetto viene supportata dall’Associazione Albatros, si basa su tre aree di intervento:  supporto ai genitori, collaborazione con la scuola e organizzazione delle relazioni con i Servizi Sociali. 

“Il supporto sociale alla famiglia si sviluppa intorno al fatto che non è facile ottenere informazioni sulle cose da fare, le agevolazioni che si possono avere – spiega Bozzolo - La solitudine spesso accompagna i familiari nel tempo cha va dall’evento invalidate alla dimissione ospedaliera a tutto il periodo riabilitativo che a volte è molto lungo. Quindi il nostro intervento si inserisce dapprima in questa fase. Poi quando c’è il reinserimento a scuola, diamo un supporto individualizzato extra scolastico, tenendo ben presente che una disabilità acquisita non può e non deve essere ‘trattata’ come una disabilità cognitiva neonatale e questa diversità richiede un approccio al bambino molto diverso. Il rapporto con gli insegnanti e la consapevolezza di una ‘diversità’ sono elementi sostanziali per un corretto reinserimento scolastico”.

Ultimo ambito è quello del supporto ai Servizi Sociali di Base. Le esperienze sul tema del supporto sociale ai “nuovi disabili” da parte dei Servizi sociali comunali, consegnano un quadro di grande disponibilità, ma una difficoltà oggettiva nell’intervenire sui temi complessi quali la celebro lesione acquisita ed i suoi esiti. La bassa incidenza numerica sulla quantità di casi “in carico” a un servizio di base, fa si che le esperienze siano spesso insufficienti per trattare casi complessi, che necessitano di indicazioni su possibili percorsi riabilitativi e di integrazione sociale. Lavorando in questo senso, offrendo un percorso riabilitativo e un supporto alle famiglie a 360 gradi, Progettazione e Albatros vogliono dare alle famiglie dei bambini e ragazzi una possibilità di recupero in più.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Adolescenti istruzioni per l’uso
Adolescenti istruzioni per l’uso

Depressione giovanile, una malattia insidiosa perché difficile da..

Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti
Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti

I ragazzi che ne soffrono hanno trascorso qualche giorno sulla Nave..

“Tolleranza zero” per il consumo di alcol tra i giovani
“Tolleranza zero” per il consumo di alcol tra i giovani

Uno studio conferma che per tenere lontani i ragazzi dagli alcolici, è..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?
Test - Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?

Scopri se sei capace di armonizzare la vita lavorativa con gli aspetti..