I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Avventure e scoperte da non far perdere ai bambini

La carriera di esploratori comincia gattonando per la casa che, con i suoi angoli e i mobili “altissimi”, è un mondo avventuroso

No pagePagina successiva
Avventure e scoperte da non far perdere ai bambini

Con la consulenza del dott. Giandomenico Bagatin, psicoterapeuta

 

Spesso noi adulti pensiamo all’avventura come viaggio nel deserto, escursioni ai Poli, trekking sui canyon. Ma per i bambini non è così “semplice”. Avventura significa soprattutto viaggiare con la fantasia, mettere alla prova le proprie abilità, far vibrare i sensi. «Le scoperte dirette, immediate, attive, in casa e fuori come cercare le tracce dei passi di mamma in un bosco, seminare e veder crescere una piantina, costruire una piccola città di sabbia sono passaggi fondamentali nella formazione della personalità», spiega Giandomenico Bagatin. Si tratta infatti di esperienze in cui i bimbi mettono in gioco tutti i loro sensi: vista, udito, tatto, olfatto e anche gusto. Odorare, sentire, toccare, prendere rappresentano le prime vere e fondamentali scoperte. Spesso costringere i bambini nella prima infanzia (ma in parte anche nella seconda) a viaggi lunghi in aereo, escursioni faticose, visite a musei a ritmi forzati, non soddisfa il loro bisogno profondo di “vedere” e soprattutto di interferire con le storie, trasformandole a loro piacimento. Quindi, le migliori avventure e scoperte, oggi, sono proprio quei giochi fatti di niente che consentono alla fantasia dei bambini di esprimersi al massimo.

 

Le prime scoperte da non perdere

In pole position il bagno, anche semplicemente nella vasca di casa: l’acqua è l’ambiente ideale in cui il piccolo può sperimentare la sua ricerca di indipendenza e la propria libertà di movimento. Nella vasca si possono riprodurre i ritmi e le melodie delle canzoni o i suoni della natura. Fondamentale il contatto con un animale. Particolarmente adatti sono i cani e i gatti con cui il piccolo può giocare e socializzare. L’animale non giudica e non ci richiede di essere giudicati: questa rilassatezza è una buona palestra per imparare a stare con gli altri. Fra le altre “avventure” che profumano di magico ricordiamo la preparazione di pizza e biscotti: il piccolo sta imparando a gestire le posate, ma il contatto diretto con il cibo, mettendo le "mani in pasta", attiva tutti i sensi e predispone alla manualità.

PARLIAMO DI: bambini, avventure, scoperte

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale
Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale

Consigli per rendere meno traumatica questa esperienza

Che fare se il tuo bambino prende a testate il muro?
Che fare se il tuo bambino prende a testate il muro?

Un comportamento inspiegabile ma comune con cui il piccolo comunica uno..

I bambini italiani? Mangiano poca verdura
I bambini italiani? Mangiano poca verdura

A Bologna, un corso di due giorni con medici, dietisti e ricercatori per..