I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Tattoff, quando il tatuaggio non piace più

Sono sempre di più le persone che decidono di ‘eliminare’ un tatuaggio che non piace più. Un nuova moda che il dermatologo Will Kirby ha definito ‘Tatooff’

Tattoff, quando il tatuaggio non piace più

Will Kirby, dermatologo americano, ha coniato un nuovo termine: Tatooff, ovvero la richiesta sempre più gettonata di rimuovere dal proprio corpo tatuaggi che non piacciono più. Kirby sulla rimozione dei tatuaggi ha costruito la sua carriera con più di 50.000 interventi all’attivo. Secondo quanto pubblicato sul The Washington Post, il 40% degli americani con età compresa fra i 26 e i 40 anni esibisce almeno un tatuaggio; la nuova moda di rimuoverli potrebbe rivelarsi anche un business non indifferente, se si pensa che per togliere un tatuaggio di media dimensione (circa cinque centimetri) sono necessarie dalle dieci alle quindici sedute di laser (ciascuna con una cadenza mensile) a circa 300 euro l'una. In Italia si calcola che circa un giovane su quattro sia tatuato e, anche se non è ancora un fenomeno come in America, le richieste di 'detatuaggio' sono in considerevole aumento. Secondo Anna Maria Veronesi, dermatologa e docente di Master in Medicina Estetica all'Università di Pavia, ‘si utilizza soprattutto il laser Alessandrite Q-Switched, che colpisce solamente il pigmento colorato frantumandolo senza intaccare il tessuto circostante. Cancella bene il nero, che è sempre il colore più semplice da eliminare, ma anche il blu, il verde e il marrone, mentre, se il disegno è colorato di rosso, che è una delle tonalità più indelebili, occorre intervenire con il laser ND Yag Q-Switched 532, caratterizzato da una potenza molto elevata e da un impulso più corto’ Attenzione al giallo: è praticamente impossibile da eliminare.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento