I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Serena Autieri: cucinare per me è un gesto d’amore, di accoglienza e di condivisione. Ecco le sue ricette

In un libro, spiega come ha conquistato il marito, cucinando paccheri allo scorfano e branzino in crosta di patate e, per antipasto, una mini-parmigiana di melanzane...

No pagePagina successiva
Serena Autieri: cucinare per me è un gesto d’amore, di accoglienza e di condivisione. Ecco le sue ricette

Più che "Un pizzico di sale" (Kowalski, 15,00 euro), Serena Autieri ha messo del pepe tra le note, sul set, in giro per il mondo e in cucina, appassionatamente. Lo indica nel sottotitolo cui tiene fede nelle 290 pagine del suo primo libro. Offrendo un diario di sé più vicina alla casalinga, per nulla disperata, che alla diva del cinema. Merito della sperimentazione curiosa alimentata tra i fornelli e la batteria di pentole, tegami e padelle di nonna Lina e mamma Rosa, generosissima: “Per lei, cucinare era – ed è – un modo per dirci “vi voglio bene”. C’è tutta la vita di Serena, dall’infanzia a Napoli fino al successo, passando per i suoi piati preferiti: “In primis – racconta l’autrice – la pizza con le scarole”. Perché il libro rivela al suo pubblico un talento finora sconosciuto: quello di cuoca sopraffina. Che si rilassa cucinando la pasta dei ravioli meglio dei massaggi e dello yoga. Ma cosa dire del menu di pesce con cui ha conquistato il marito, Enrico Griselli?

"La cucina per me è un gesto d’amore, di accoglienza e di condivisione, e per questo cucinare per mio marito, quando ancora eravamo nella prima fase del nostro amore, è stato emozionante. Volevo trasmettergli la mia essenza di donna attenta alla famiglia e alle tradizioni. Volevo preparare per lui tutto quello che mi riusciva meglio. E il menu di pesce l’ho preparato nella prima serata romantica a nostra disposizione. In pochi minuti ho cambiato il menù cinque volte, fino al momento in cui ho preso la decisione finale: paccheri allo scorfano e branzino in crosta di patate e come antipasto una mini-parmigiana di melanzane".


Quale piatto le riesce meglio?

"Di tradizione Campana preferisco cucinare piatti di pesce: mi piace lasciare inalterati i sapori dei cibi, attraverso una cottura che li rispetta, sia nelle proprietà che nei contenuti nutritivi".

 

Ci svela la ricetta?

"Spaghetti con le vongole del dopo concerto, che gustavo dopo le migliori serate canore

Ingredienti per 4 persone: 

1 Kg di vongole lupini (più piccole e saporite)

8 pomodorini pachino

400g grammi di spaghetti

4 spicchi d’aglio

2 cucchiai di prezzemolo tritato fine

1/2 peperoncino fresco

Olio extravergine di oliva

Sale”.


Quale piatto le sarebbe piaciuto inventare e perché?

"Sarei stata tanto felice di inventarmi il gato’ di patate (a Napoli si chiama gatto’), uno dei miei piatti preferiti, per i ricordi che evoca, riconducendomi alla mia infanzia e a quando aiutavo mia madre a prepararlo da piccola".


Quando e per chi ha cucinato un menu particolare?

"Per Fausto Brizzi, regista e sceneggiatore. Avevo deciso di organizzare una cena con un gruppo di amici prima di iniziare le riprese di “Notte prima degli esami oggi”, per conoscerci meglio e parlare del personaggio che ero stata chiamata a interpretare. Avevo preparato vari antipasti, molto apprezzati da tutti, ma in particolare quando ho portato a tavola le polpette di melanzane, Fausto ne ha mangiate fino a sentirsi male, non potendo tra l’altro credere che le avessi cucinate proprio io".

 

Mantenendo un equilibrio tra gusto e salute, le sue vicende personali si mescolano al cibo…
"Questo è proprio lo spirito del mio libro: raccontare di me e di altri personaggi noti del cinema e della tv attraverso occasioni legate alla cucina. Come quella volta in Sudafrica, in occasione delle riprese del film “Natale in Sudafrica”con Cristian de Sica, Max Tortora, Barbara Tabita. Oppure ancora in occasione della fine delle riprese della fiction “L’onore e il rispetto" con Giancarlo Giannini, Virna Lisi e Gabriel Garko... ma per saperne di più, dovrete leggere il mio libro!” 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

L’alimentazione giusta per l’estate

Precedenza a cibi freschi e molto digeribili come insalate di riso e..

Vuoi sedurlo? Prendilo per la gola!

Una cena curata nei dettagli, con portate semplici, leggere, ma molto..

Cibi belli e buoni: lezioni di cucina a Eatitaly

Un weekend a Torino per scoprire i segreti degli alimenti che fanno bene..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..