I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Lenticchie, melagrana, zampone o cotechino nel cenone di Capodanno. Ecco il perché

Il cibo non svolge solamente la funzione di nutrimento, ma assume anche un significato simbolico che trasmette valori di identità culturale

Lenticchie, melagrana, zampone o cotechino nel cenone di Capodanno. Ecco il perché

A Capodanno, la tavola si riveste di simboli: lenticchie, spighe di grano e riso, melograno, noci, uva, sono solo alcuni dei cibi “propiziatori” di una buona sorte che caratterizzano la nostra tavola . L’associazione cibo-tradizioni o superstizioni fa parte della nostra cultura e non solo. In questo modo gli alimenti si trasformano in allegoria per augurarci e augurare un anno migliore.
Tra gli alimenti che difficilmente mancheranno nella nostra cena di fine anno sono le lenticchie: la loro forma tonda e appiattita ricorda quella delle monete e l’usanza di mangiarle a capodanno nasce da un antica tradizione che consisteva nel regalare il 31 dicembre un borsellino piene di questi legumi con l’augurio che si sarebbero trasformati in soldi. Rappresentano anche un simbolo per augurare una crescente prosperità, questa associazione nasce proprio perché grazie alla cottura, aumentano di volume. Tra i legumi, anche le fave si rivestono di significato: in base ad una antica credenza popolare, a Camerino, le ragazze, la sera del 31 dicembre, mettevano sotto il cuscino tre semi di fava secca: uno con la buccia, un altro sbucciato a metà, il terzo senza buccia. Il primo gennaio, di buon mattino, prendevano a caso uno dei semi: se era quello privo di buccia, il futuro marito sarebbe stato povero; se aveva metà buccia, di media condizione economica; se invece aveva tutta la buccia l’uomo che avrebbero sposato sarebbe stato un ragazzo ricco.

La melagrana è un frutto dall’antico valore simbolico: grazie alla spontaneità con la quale questo frutto si apre e rilascia i suoi semi rossi è diventato simbolo di fecondità e fortuna. E’ dal colore rosso dei suoi semi che deriva l’usanza di mettere indumenti intimi di questo colore. In Grecia è tradizione per Capodanno che la prima persona che entra in casa, a qualunque ora, deve gettare un melograno a terra, rompendolo. Più saranno i chicchi che si spargeranno per terra, maggiore sarà la fortuna che toccherà i padroni di casa. Il frutto del melograno è rivestito da una spessa  buccia di color giallo ocra e, come tutti i frutti rivestiti da un involucro così come le noci, simboleggia l’augurio di trascorrere un nuovo anno al riparo dai problemi.
Le noci venivano usate dai contadini anche come oggetti per la divinazione. Il capofamiglia prendeva 12 noci, le ricopriva con il sale e le poneva nella credenza. Il giorno dopo, a seconda quale noce fosse più secca o umida capiva quale mese del nuovo anno sarebbe stato più secco o piovoso.
Sottoforma di cotechino o zampone, anche il maiale rappresenta un cibo benaugurale. Non solo per le sue carni gustose e nutrienti, ma anche come un vero e proprio mezzo per “trasportare” la fortuna. Non a caso i salvadanai sono a forma di maiale.
Le castagne conosciute anche come “pane d’albero” rappresentavano una importante e basilare fonte di sostentamento soprattutto per le popolazioni montane che rimanevano isolate anche per mesi a causa della neve. Dalle castagne si ricava una farina che trova ottimo impiego per la preparazione di pietanze sia dolci e salate così come la polenta, le frittelle. Già nel ‘700 in Francia, nella notte di San Silvestro le donne appartenenti all’aristocrazia le donavano per augurare prosperità.

Il mandarino, così come l’arancia, caratterizzato dalla forma tonda rappresenta anch’esso il denaro. In natura, tutto ciò che ha una forma circolare assume il significato di eternità. Nelle Filippine, affinché possa portare fortuna è necessario mangiarne 13. Il mandarino cinese è anch’esso un agrume di piccole dimensioni, con forma ovale, simile a quella dell’uva, e di color arancione molto lucido. Proprio per queste sue caratteristiche estetiche, anch’esso simboleggia la ricchezza.
In Spagna e in Portogallo a mezzanotte si mangiano 12 acini di uva, uno per ogni rintocco della mezzanotte come buon auspicio per i 12 mesi del nuovo anno.

In Asia e nel Nord America il pesce è un piatto tipico del cenone di San Silvestro. Il movimento che questo animale compie in acqua viene associato all’ingresso nel nuovo anno. In Germania, ma anche in Polonia, allo scoccare della mezzanotte è usanza mangiare l’aringa come pietanza portatrice di buoni auspici.

In Giappone, non devono mancare le uova di pesce, simbolo di fertilità, e i gamberi, simbolo di longevità. In Irlanda e negli USA si usa mangiare cibi di color verde, in particolare broccoli e cavoli, perché il loro colore viene associato a quello dei dollari. In questi paesi altri cibi, portatori di fortuna e prosperità sono la torta di mais e lo zafferano, caratterizzati da un color giallo oro, ma anche i biscotti con la forma ad anello. In Asia, piatto ricco di valore simbolico sono noodles, spaghetti di grano saraceno,i quali vanno ingoiati rigorosamente interi, senza spezzarli con i denti, proprio perché simboleggiano longevità e salute e romperli non sarebbe di buon augurio. In particolare, in Cina si usa servire 12 portate tra le quali non devono assolutamente mancare: il pesce che rappresenta l’abbondanza, la verdura che simboleggia la longevità e la rapa che rappresenta un augurio di buona sorte.

di Valentina Schirò (Biologa Nutrizionista)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Gli alimenti della nostra tradizione

Cappone, cotechino, capitone: conosci le loro proprietà?

La tavola di Natale per i più piccoli

Nel menù delle feste un po’ di tutto, ma con moderazione e buon senso

Tutte le calorie del Natale

Ne apporta di più il pandoro o il panettone? E quante se ne nascondono..

La dieta preferita delle star

ll programma alimentare di Michel Montignac ha fatto proseliti celebri..

Secondi piatti alternativi

Per sostituire la carne le soluzioni sono molte, dai legumi della..