I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Gli italiani ricorrono sempre più spesso al pronto soccorso, ma 3 su 4 vengono dimessi

Nel 2007 i dati nazionali a disposizione indicano un numero di accessi pari a 27.518.347 (con un tasso 364,41 su 1000 persone) e una percentuale di ricoveri del 17,28%

Gli italiani ricorrono sempre più spesso al pronto soccorso, ma 3 su 4 vengono dimessi

In occasione della Giornata di studio "La medicina d’urgenza tra mente e corpo" presso l'Università Cattolica di Milano, sono stati divulgati alcuni dati inerenti l’accesso al Pronto Soccorso da parte degli italiani. Ne è emerso che il 75% dei cittadini che vi accede viene successivamente dimesso, mentre solo il 13% viene ricoverato e circa i 3/4 dei dimessi a domicilio sono accessi con codice verde. Secondo i dati presentati da Daniele Coen, del dipartimento di medicina d'urgenza dell'ospedale Niguarda di Milano, gli accessi sono cresciuti dell'8% e le prestazioni del 16% tra il 2007 e 2011. E anche se sono diminuiti i ricoveri fatti sul totale degli accessi, scesi dal 19,7% del 2003 al 16,9% del 2007, il tempo di attesa continua a crescere: i codice verdi aspettavano 114 minuti nel 2007 prima di essere visitati, nel 2011 150, i gialli sono passati da 280 a 360 e quelli più urgenti da 195 a 273 minuti. Vittorio Demicheli, direttore del Servizio Sovrazonale dell'Asl I di Alessandria ha dichiarato: "Ormai è diventato normale attendere il ricovero in barella anche per 24, 48, 72 ore, mentre secondo le raccomandazioni dettate in molte regioni dovrebbe avvenire entro 6 ore dal triage".

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento